Home Terremoti Terremoto Muccia: crolla il campanile, scuole chiuse ma le casette sono integre

Terremoto Muccia: crolla il campanile, scuole chiuse ma le casette sono integre

CONDIVIDI

terremotoMuccia è stata ancora svegliata da una nuova forte scossa sismica. 4.6 la magnitudo del terremoto registrato poco dopo le 5 di questa mattina.
All’evento principale è seguito uno sciame sismico da oltre 25 scosse superiori al 2° grado di magnitudine. L’INGV ne riporta anche due intorno al 3,5. L’epicentro si è sviluppato ad un paio di chilometri dal piccolo centro del maceratese provocando il definito crollo del campanile di Santa Maria di Varano risalente al ‘600. Si stanno valutando altri danni mentre fortunatamente non risultano feriti.

Foto di Gianluigi Basilietti fonte Ansa

La zona colpita

Il terremoto è stato avvertito non solo a Muccia ma in tutto il maceratese, in Umbria e, secondo alcune testimonianze, anche in alcune zone della capitale. Danni registrati anche a Pieve Torina. Qui Il sindaco riferisce di alcuni crolli causati specialmente dalla scossa del 3.5 registrata alle 6.03. Chiuse dunque per precauzione le scuole. Decisioni analoghe sono state messe in atto dai sindaci di altri comuni tra cui quello di Camerino che ha interdetto la’accesso alla zona rossa.

terremoto muccia
Mappa sciame sismico del 10 aprile 2018 – fonte INGV

La paura torna tra la gente

Questo nuovo terremoto ed il susseguente sciame, sono eventi legati al terribile sisma della valle del Tronto del 24 agosto del 2016. Da allora sono oltre 85.000 le scosse registrate riguardanti quella faglia attivatasi appunto in quell’occasione. Eventi che, secondo gli esperti, purtroppo non sono finiti qui. “Una sequenza che ha mobilitato un volume così grande è possibile che duri ancora non meno di un anno” le dichiarazioni di Carlo Doglioni presidente dell’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia). Per questo tra la gente di Muccia c’è angoscia, insicurezza e molta paura.

terremoto
Il Sindaco di Muccia Mario Baroni – photo web source

Dalle verifiche di stabilità effettuate anche su alcune casette provvisorie non stati riscontrati danni. “E’ uno stillicidio continuo, che ci sta snervando e che non si ferma: le scosse si ripetono da svariati giorni”. Le parole di Mario Baroni primo cittadino del paese a RAI News.

Terremoto: verifiche in atto

terremoto
Angelo Borrelli

In corso di svolgimento un incontro a Pieve Torina tra i sindaci delle zone colpita ed Angelo Borrelli capo della Protezione Civile. La riunione servirà a far luce sul quadro della situazione e su eventuali provvedimenti da mettere in atto. Nel frattempo sono scattate le prime verifiche alle infrastutture. Trenitalia ha dunque sospeso, per controlli precauzionali, la tratta  Civitanova Marche-Macerata. Verificata la stabilità della strada ferrata, la linea è stata riattivata intorno alle 9.30.
Per aggiornamenti sullo sciame sismico potete consultare il sito ufficiale dell’INGV.