Laura Salvo perde la vita a 21 anni: fatale il suo ultimo rally

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:13

Il navigatore spagnola ha perso la vita durante la prova speciale in una gara in patria. Laura Salvo ha visto arrivare addosso un albero. Il pilota Miguel Socias è rimasto incredibilmente illeso.

laura salvo
Laura Salvo alla vigilia di uno dei tanti rally a cui ha partecipato – meteoweek.com

La ancor giovane vita di Laura Salvo si è interrotta ad appena 21 anni. È stato fatale per lei un incidente, avvenuto mentre stava facendo ciò che amava di più, ovvero prendere parte alle corse. La giovane co-pilota spagnola si è spenta nel corso di un rally svoltosi proprio nel Paese lusitano. A bordo della sua Peugeot 208, guidata dal connazionale Miguel Socias, c’è stato un fortissimo impatto contro un albero. Lo scontro ha però riguardato solo la parte destra della macchina, ovvero quella in cui viaggiava Laura Salvo, colpita in pieno senza che si potesse fare nulla.

E così, nel giro di pochi minuti è avvenuto l’intervento da parte dei soccorritori presenti sul tracciato. Questi, però, non hanno potuto fare altro che dichiarare morta la giovane navigatrice portoghese. Laura Salvo, dunque, si spegne a 21 anni dopo aver iniziato da poco la sua nuova carriera. Chi la conosceva, sia nell’ambito delle corse che sul piano personale, parla di una ragazza determinata e capace di raggiungere i suoi scopi con lavoro e attenzione maniacale. Per lei la morte è arrivata sul colpo, tanto è stato forte e improvviso l’impatto con l’albero.

Il destino ha voluto metterci il suo zampino e ha in un certo senso salvato il pilota. Miguel Socias, infatti, è rimasto totalmente illeso, tanto che il suo trasporto in ospedale dopo l’incidente è stato fatto in forma precauzionale. Naturalmente, sia per i problemi al tracciato che per la triste notizia della morte di Laura Salvo, il rally in corso di svolgimento in Portogallo è stato sospeso. Difficilmente la corsa proseguirà, visto il grave lutto che ha colpito il mondo dei motori, visto che la reazione di colleghi e altri piloti è stata comprensibile.

Laura Salvo – meteoweek.com

Leggi anche -> Dramma in montagna: un cacciatore all’improvviso precipita nel vuoto

Leggi anche -> Niente mascherina per chi fa sport, obbligatoria invece per le passeggiate

Nelle ore successive alla diffusione della notizia della morte, ha preso la parola Nuño Pinto. Il presidente dell’Automobile Club Grande Marinha, ovvero l’ente organizzatore della corsa, ha svelato alcuni dettagli sui soccorsi non riusciti sul corpo di Laura Salvo. “Il nostro staff e i mezzi di soccorso sono arrivati sulla scena in circa due minuti, facendo tutto il possibile per salvare la giovane e cercando di rianimarla. La ragazza è stata portata in una zona dove fosse possibile l’arrivo di un elicottero di emergenza medica, ma alla fine è morta sul posto. Alla famiglia, gli amici e il resto del suo team va tutta la mia vicinanza“.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Laura Salvo, la giovane donna morta durante il Rally Marinha Grande, aveva ancora grandi sogni da inseguire e realizzare. Al di là della sua nuova carriera come co-pilota, la 21enne sognava un giorno di entrare nel corpo di polizia nazionale. Il tutto sormontato da una laurea in legge, conquistata con la sua grande voglia nelle settimane scorse, nonostante gli ostacoli del lockdown. In quei giorni in Portogallo stava provando anche a inseguire il sogno del padre, che ha corso diversi rally da pilota. Tuttavia, l’impatto con un pino ha spezzato tutti questi sogni.