Categorie
Serie A

Juventus-Fiorentina 0-3 | Cronaca | Tabellino | Highlights | Pagelle

Highlights e tabellino di Juventus-Fiorentina 0-3: tutto storto per i bianconeri, sotto già al 2′ dopo il gol di Vlahovic. Amnesie di Bonucci, espulsione di Cuadrado, autogol di Alex Sandro e 0-3 di Caceres: giornata da dimenticare (e Juve-Napoli è da giocare, il Coni oggi ha tolto la vittoria a tavolino). 

Il gol di Vlahovic (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Juventus-Fiorentina 0-3: tabellino e highlights

Rete: 2′ Vlahovic, 75′ aut. Alex Sandro, 80′ Caceres

Espulso: 18′ Cuadrado (J)

Juventus (4-4-2): Szczesny 6; Cuadrado 4.5, de Ligt 6 (87′ Frabotta), Bonucci 4, Alex Sandro 5.5; Chiesa 6, McKennie 5.5 (72′ Kulusevski 5.5), Bentancur 5.5, Ramsey sv (20′ Danilo 5.5); Morata 5.5 (46′ Bernardeschi 5.5), Ronaldo 6. All. Pirlo. A disp. Pinsoglio, Buffon, Chiellini, Dybala, Da Graca, Dragusin, Frabotta, Portanova, Arthur

Fiorentina (3-5-2): Dragowski 6.5; Milenkovic 6.5, Pezzella 6.5, Igor 6.5; Caceres 7, Amrabat 6.5, Valero 6 (52′ Pulgar 6), Castrovilli 6.5, Biraghi 7.5 (82′ Venuti sv); Ribery 6.5 (82′ Bonaventura sv), Vlahovic 7 (74′ Kouame 6). All. Prandelli. A disp. Terracciano, Quarta, Duncan, Saponara, Lirola, Barreca, Callejon, Eysseric

Arbitro: Pasqua della sezione di Tivoli 5

Ammoniti: Biraghi (F), Ribery (F), Borja Valero (F), Danilo (J), Pezzella (F), Venuti (F)

Clamoroso avvio all’Allianz Stadium: Juve trafitta subito dalla Fiorentina in contropiede, con Ribery che a metà campo manda in porta Vlahovic al 2′. L’attaccante corre tra Bonucci e De Ligt e beffa con uno scavetto Szczesny. La Juve sbanda ancora al 13′, quando Bonucci perde palla sulla trequarti bianconera: Vlahovic scappa di nuovo in porta ma sul passaggio all’indietro non trova nessuno a rimorchio.

Serata tutta in salita per la Juve: espulso Cuadrado al 17′ per un intervento killer, rivisto al Var dall’arbitro, di Cuadrado su Castrovilli. Rosso giustissimo. Pirlo fa subito uscire Ramsey e inserisce in fascia Danilo. Al 26′ Fiorentina vicinissima allo 0-2: Bonucci, protagonista di 20 minuti da dimenticare, perde un altro pallone e lo consegna a Ribery, che dialoga con Vlahovic. L’assist a centro area è per Castrovilli, che sul primo palo trova i guantoni di Szczesny in tuffo. Clamorosa palla-gol. Juve completamente assente, Fiorentina in fiducia. Gli unici squilli sono firmati da Cristiano Ronaldo e arrivano tra il 32′ (esterno della rete con un tiro rabbioso) e 37′ (tiro centrale parato da Dragowski.

Secondo tempo: Borja Valero (già ammonito) viene graziato

Ripresa. La Juve ha rabbia e si vede subito, presentandosi con un altro atteggiamento. Pirlo sceglie Bernardeschi per Morata. Borja Valero, ammonito al 46′, viene graziato al 49′ per un successivo fallo a metà campo. Episodio dubbio. Prandelli lo toglie immediatamente dal campo per Pulgar al 52′.

Annullato l’1-1 a Cristiano Ronaldo al 56′: portoghese in fuorigioco su cross di Danilo. Al 71′ Juventus vicina all’1-1 con un gran tiro di Chiesa, decisivo Dragowski. Nel miglior momento bianconero cross dalla sinistra di Biraghi, Bonucci a vuoto e rimpallo sfortunato sui piedi di Alex Sandro, che fa autogol davanti al subentrato Kouame. Clamoroso 0-2 viola.

Juve imbufalita: dopo il mancato doppio giallo a Borja Valero manca un rigore su Bernardeschi, che in area di rigore prende una manata dal portiere Dragowski. Niente Var, Nedved sbrocca a bordo campo. All’80’ Bonucci completa una serata da 4 in pagella perdendo palla sulla pressione di Ribery, che tramite Castrovilli pesca Biraghi a sinistra: altro cross basso forte e preciso e l‘ex Juve Caceres, in tap-in sottoporta, fa 0-3. 

Ecco perché Rabiot non è stato neanche convocato

Il ribaltamento della sentenza su Juventus-Napoli cambia il destino di Adrien Rabiot, che in precedenza aveva scontato la giornata di squalifica proprio nel match non giocato contro gli azzurri e assegnato a tavolino alla Vecchia Signora. Con la nuova decisione del Collegio di Garanzia del Coni, invece, il centrocampista francese come comunicato dalla Juve sconterà la squalifica già nel match serale contro la Fiorentina.

Leggi anche > Conferenza Juve | Pirlo è imbattuto: “La Fiorentina? Ha ottime individualità”

Leggi anche > Fiorentina | Domani la Juve, Prandelli: “Anche loro concedono qualcosa”

Precedenti nettamente a favore della Juve

In 182 partite disputate contro la Viola, la Juve ha vinto per 86 volte mentre sono 39 le affermazioni della Fiorentina, 57 invece i pareggi. L’ultimo confronto, tra mille polemiche, con il 3-0 bianconero firmato dalla doppietta di Ronaldo e il gol di De Ligt. Nelle sole gare disputate a Torino, invece, 53 successi della Juve, 6 vittorie della squadra gigliata e 20 pareggi.

Gli ultimi tre precedenti

2017-18: Juventus-Fiorentina 10 (Mandzukic)

2018-19: Juventus-Fiorentina 21 (Alex Sandro, Pezzella AG; Milenkovic)

2019-20: Juventus-Fiorentina 30 (C. Ronaldo RIG. RIG, De Ligt)

Curiosità: quel gol di Del Piero e il 2-3 viola nel 2008

Tra i ricordi indelebili dell’accesissima sfida Juventus-Fiorentina ne spiccano due, con lo stesso risultato a parti invertite: il pazzesco 3-2 bianconero nel 1994 con una rimonta da 0-2 ed il gol decisivo di Alessandro Del Piero (una delle sue reti più belle in pallonetto al volo con Toldo fuori dai pali) e il 2-3 della “Viola” nel 2008. Una vittoria epica per la Fiorentina, che grazie a Jorgense, Papa Waigo e Osvaldo riuscì a proseguire nel suo sogno Champions.

Fantacalcio

Le sicurezze: Szczesny potrebbe non subire gol, da schierare senza dubbio De Ligt, Bonucci, Ronaldo e Morata. La scommessa? Un gol di Kulusevski o Chiesa. Occhio a puntare sui difensori viola, spesso sotto pressione. Tra i rigoristi della Fiorentina c’è ora anche Vlahovic, che contro il Verona ha realizzato un penalty solitamente calciato dallo specialista Pulgar.