Sainz vive il sogno Ferrari | “Non mi do scadenze, voglio vincere”

Il pilota spagnolo vuole godersi la sua nuova avventura in Ferrari. E sul rapporto con il nuovo compagno Charles Leclerc, Sainz dice: “Spero di fare come in McLaren, la collaborazione e fondamentale”.

sainz meteoweek
Sainz sogna a occhi aperti – meteoweek.com (Photo by PIERRE-PHILIPPE MARCOU/AFP via Getty Images)

Carlos Sainz non sembra stare più nella pelle, in vista delle sue prime guide ufficiali a bordo della Ferrari. Il pilota spagnolo ha già trascorso la sua prima giornata in fabbrica a Maranello. Qui ha incontrato in maniera informale Charles Leclerc e il team principal Mattia Binotto, per avere le prime impressioni sull’aria che si respira in scuderia. Dopodichè ha potuto tirare le prime somme molto generali anche sulla monoposto, anche se la SF21 non è ancora stata svelata. In ogni caso, l’ex pilota della McLaren sembra avere la stessa linfa vitale di un bambino al parco giochi.

Carlos Sainz ha partecipato a un evento a Madrid. Si è cimentato anche con i kart, ma il suo unico pensiero sembra essere la Rossa: “Arrivo alla Ferrari per fare del mio meglio, senza una data di scadenza e per cercare di aprire un ciclo“. E poi ribadisce un pensiero che ogni neo-ferrarista fa proprio, al momento in cui arriva a Maranello: “Ogni volta che sogni la Ferrari, sogni di vincere: essere un pilota del Cavallino ha la sua importanza, ma il mio obiettivo è di restare lo stesso e c’è nulla che mi spaventi perché non cambierò il mio modo di essere o la mia personalità, continuerò a fare le cose come prima“.

Il sogno di Carlos Sainz è piuttosto chiaro. Ma lui ci tiene a ribadirlo ai microfoni dei giornalisti presenti a Madrid: “Quello di vincere, un giorno, con la Ferrari, è sempre stato il mio sogno e darò tutto per cercare di realizzarlo, ma c’è molta strada da fare“. E poi c’è il rapporto da affinare con Charles Leclerc, il suo nuovo compagno di squadra. Sainz confida nella collaborazione con il monegasco: “Ho un ottimo rapporto con Leclerc da quando è arrivato in Formula 1: andremo d’accordo. Sapevo dal momento della mia firma che sarei andato in Ferrari a parità di condizioni con il mio compagno“.

Proprio il rapporto con il compagno di squadra è sempre stato uno dei segreti nella carriera di Carlos Sainz. E lo si è visto in particolare in questi ultimi due anni trascorsi in McLaren. La sintonia con Lando Norris è apparsa piuttosto evidente fin dal primo giorno. Tra collaborazioni ai box e scherzi nel paddock, i due hanno legato tantissimo. “Cercherò di aiutare, come in McLaren – ha detto Carlos – , dove la squadra viene prima di tutto, e poi in pista cercherò di battere chiunque. Charles è più serio e silenzioso di Lando Norris, questo è certo, anche io lo ero“.

Leggi anche -> Mick Schumacher non avverte pressioni | “I confronti con papà stimolano”

Leggi anche -> Vettel augura il meglio alla Ferrari | “Leclerc il migliore tra i compagni”

Sainz ha già indossato la tuta della Ferrari. Ma ora non vede l’ora di indossare quella vera per i primi test ufficiali: “Era una tuta ufficiale senza sponsor, la stessa che userò nelle prime prove e realizzata su misura. Ti vedi con la tuta addosso, ti sta bene, ti guardi allo specchio e vedi che sta accadendo. Poi sono salito su una Ferrari per la prima volta, mi sono seduto e ho dovuto utilizzare il casco di un altro. Ebbene, sì: la mia prima volta in Ferrari è stata con un casco di Gené – conclude – , ma è stato un giorno speciale: non lo dimenticherò mai“.