Categorie
Serie A

Sampdoria | Ranieri sfida il Sassuolo | “Io e De Zerbi abbiamo filosofie diverse”

Domani alle 20,45 la Sampdoria affronta il Sassuolo a Marassi. I blucerchiati arrivano alla sfida dopo due vittorie consecutive con Verona e Crotone, ma Ranieri invita tutti alla massima attenzione.

Sampdoria Ranieri
Il tecnico della Sampdoria, ,Claudio Ranieri (Credits: Getty Images)

Il tecnico blucerchiato si aspetta una serata tosta: “Sarà una partita difficilissima perché loro giocano a memoria e sanno sempre cosa fare in ogni momento e in ogni zona del campo. Uniscono un ottimo collettivo a delle buonissime individualità”. La Samp però sta bene e lo ha dimostrato recentemente: “con Verona e Crotone abbiamo fatto due ottime gare, ora dobbiamo ripeterci con il Sassuolo: ci sarà da correre, soffrire e stare compatti, dobbiamo fare punti”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria | emergenza a destra | Ranieri deve inventarsi un terzino

Sampdoria, la conferenza stampa di Ranieri prima del Sassuolo

Una sfida, quella tra Sampdoria e Sassuolo, che è quasi generazionale tra l’esperto Ranieri e il giovane De Zerbi, ma l’età non è la principale differenza tra i due. “Lui ha fatto un gran lavoro e mi piace, è un gran allenatore. Io ho una filosofia diversa rispetto a De Zerbi, vado alla ricerca della verticalità, amo dare emozioni creando tante occasioni. A lui piace di più il possesso palla”.

Ranieri ha perso sia Bereszynski che Ferrari e quindi a  destra in difesa c’è una grossa lacuna, che probabilmente sarà colmata da Thorsby: “sapevamo che in quel ruolo potevamo incorrere in qualche situazione spiacevole – spiega Ranieri – ma la mia difesa  sa come venirne a capo. Non ci voleva l’infortunio di Ferrari perché stava davvero bene, dovevamo dosarlo meglio e preservarlo, ma ripeto, stava bene e non me la sono sentita di lasciarlo fuori”.

Ultima battuta su Keità che sembra ormai pronto: “Sta migliorando giorno dopo giorno, lui ovviamente vorrebbe giocare sempre, noi però dobbiamo fare delle valutazioni”. L’attaccante si allena da due settimane insieme alla squadra, e Ranieri contro il Sassuolo potrebbe schierarlo durante la gara, ma non  lo rischierà dall’inizio.