Sassuolo | De Zerbi non si fida della Samp | “Possono creare pericoli dal niente”

Roberto De Zerbi parla alla vigilia di Sampdoria-Sassuolo. Il tecnico neroverde non si fida dei blucerchiati che arrivano da due successi di fila, mentre Berardi e compagni devono subito ripartire dopo la sconfitta con il Milan.

Sassuolo de Zerbi
L’allenatore del Sassuolo De Zerbi (Credits: Getty Images)

De Zerbi in conferenza stampa affronta subito i temi legati alla prossima sfida: “in questo campionato non ci sono partite dall’esito scontato, la Sampdoria è una squadra con un’identità forte. Sono molto aggressivi e molto verticali, questo vuol dire che possono creare pericoli dal niente. Inoltre stanno bene fisicamente e sono molto tosti”.

LEGGI ANCHE: Sampdoria | Ranieri sfida il Sassuolo | “Io e De Zerbi abbiamo filosofie diverse”

Due solo sconfitte in questa stagione per il Sassuolo, contro Milan e Inter le prime della classe: “sono state due gare compromesse da un inizio difficile per noi. Lo avevamo detto: alzando l’asticella può capitare di avere qualche black out, ed è successo. E’ovvio che quando vai sotto con delle squadre così poi tutto diventa più difficile”.

Sassuolo, De Zerbi perla alla vigilia della sfida con la Sampdoria

Il Sassuolo è una delle più belle sorprese della stagione con i suoi 23 punti e una posizione di classifica molto alta ormai da inizio campionato. “Ci sarebbe stato margine per fare ancora meglio – racconta De Zerbi – e non è un discorso presuntuoso. Noi ci dobbiamo porre come obiettivo di migliorare sempre e il potenziale secondo me c’è”.

La stagione è ancora lunga, ma seconda De Zerbi c’è un momento decisivo per l’annata del Sassuolo: “Il periodo spartiacque sarà gennaio perché ci sono tante partite e perché si andrà verso la fine del girone di andata. E’ per questo che in questo ultimo periodo ho fatto ruotare tutti i giocatori, per averli pronti per gennaio”.

Tante gare in realtà ci sono state anche a dicembre “e noi abbiamo tanti calciatori affaticati – spiega de Zerbi – ma il Sassuolo ha dimostrato di poter anche cambiare otto giocatori da una partita all’altra. Domani per esempio giocherà Magnanelli che per noi è molto importante ed è finalmente pronto dopo l’infortunio”