Atalanta, Muriel ha fame: parte titolare, poi due reti in due minuti al Bologna

Il colombiano Muriel chiude la partita Bologna-Atalanta in soli due minuti. Il suo calcio di rigore sblocca la gara e dopo neanche un minuto realizza la doppietta. Alle sue spalle, l’indispensabile Ilicic.

Atalanta, Luis Muriel festeggia la rete con il Cagliari, 5 luglio 2020 (foto Enrico Locci/Getty Images)
Atalanta, Luis Muriel festeggia la rete con il Cagliari, 5 luglio 2020 (foto Enrico Locci/Getty Images)

Per l’ultima partita dell’anno di Serie A, Gian Piero Gasperini ha schierato Luis Muriel in attacco dal primo minuto. A fianco a lui il ritrovato Josip Ilicic, mentre il collega della Nazionale colombiana Duvan Zapata è rimasto in panchina. Al 22′ è lui che si presenta sul dischetto per tirare il rigore: poco prima, infatti, Jerdy Schouten ha atterrato Ilicic in area con un intervento chiaramente falloso.


Leggi anche:


Muriel sembra quasi essere in allenamento: è molto rilassato, ed il suo tiro dal dischetto non lascia scampo al portiere Da Costa. Questo punto è fondamentale, perchè sblocca una partita Bologna-Atlalanta che per circa 20 minuti si è spenta nelle battaglie di centrocampo, lasciando i portieri totalmente disimpegnati. Il tiro è molto imporante anche per l’attaccante colombiano, che conferma ancora la sua volta l’infallibilità nei tiri di rigore. Fino ad ora ne ha tirati 14 in Serie A: di questi, 13 si sono trasformati in gol.

Dopo neanche 60 secondi, l’Atalanta è di nuovo in area di rigore avversaria. Mitchell Dijks respinge il pallone, Muriel passa fra due avversari e con il sinistro butta di nuovo la palla in rete. Il ventinovenne ha segnato solo 6 reti nelle prime 14 partite di Serie A di questa stagione, ma questo solo perchè Gasperini lo ha fatto spesso partire dalla panchina. La sua media gol/minuto è molto alta, si parla di una rete ogni 51′. Nelle competizioni europee, il suo gol contro l’Ajax ha promosso la squadra agli ottavi di finale di Champions League.