Dramma per Nino Benvenuti: morto suicida il figlio dell’ex pugile

Dramma familiare per Nino Benvenuti. Il figlio Stefano, 58 anni, è stato trovato morto in un bosco. L’ipotesi più plausibile è che si sia trattato di un suicidio.

nino benvenuti meteoweek
(Photo by Vittorio Zunino Celotto/Getty Images)

Stefano Benvenuti, primogenito del campione mondiale di pugilato, è stato rinvenuto privo di vita in un bosco nel Carso. Il cinquantottenne era attualmente ai domiciliari poiché condannato nel 2016 per avere rubato alcuni oggetti di valore all’ex compagna. L’uomo ha scontato metà della pena in carcere, mentre per la restante parte, in virtù dell’emergenza Coronavirus, gli era stato concesso di stare lontano dalla casa circondariale del Coroneo. La sofferenza, tuttavia, non lo ha mai abbandonato.

Rapporti interpersonali complicati, tanto con la ex compagna quanto con il padre Nino Benvenuti. Il figlio d’arte nel tempo era più volte finito in tribunale proprio a causa del padre, ancora una volta con l’accusa di furto. Il noto pugile pretendeva infatti la restituzione di una Bibbia di valore, di un prestigioso ritratto ad olio, di un orologio d’oro reduce da una vittoria alle Olimpiadi di Roma e di altri importanti trofei. Nel 2002 l’ennesimo procedimento giudiziario per avere incassato un assegno da 15 milioni di euro che in realtà sarebbe dovuto essere indirizzato alla madre Giuliana.

Leggi anche -> Mercato Juve | Milik a gennaio? Intanto spunta la pista Aguero

In base alle prime ricostruzioni degli inquirenti proprio i ripetuti problemi con la giustizia e il complesso rapporto con la famiglia avrebbero spinto Stefano Benvenuti a compiere il drammatico gesto. L’uomo non sembrerebbe tuttavia avere fornito alcuna spiegazione prima di suicidarsi.

Leggi anche -> Morte Maradona | C’è l’esito dell’esame tossicologico | Il report