Hakimi è una stella: l’esterno dell’Inter inserito nell’undici ideale del calcio africano

Achraf Hakimi è una stella non soltanto dell’Inter ma anche del calcio africano. Nell’undici ideale stilato dall’Iffhs – la Federazione Internazionale di Storia e Statistica del calcio – l’esterno nerazzurro rientra tra gli undici giocatori considerati tra i più forti del suo continente.

Achraf Hakimi, 22 anni, esterno destro dell’Inter

Tra i giocatori più positivi di questa prima parte di stagione dell’Inter c’è senza dubbio Achraf Hakimi. Il laterale marocchino, autore di 4 gol e 4 assist, sta dimostrando sul campo il suo indubbio valore nonostante la sua giovane età.

Tra i migliori del calcio africano

Un riconoscimento prestigioso per Hakimi è arrivato nei giorni scorsi anche dall’Iffhs: la Federazione Internazionale di Storia e di Statistica del Calcio l’ha infatti inserito nell’undici ideale del calcio africano del 2020 in virtù delle sue positive prestazioni con le maglie del Borussia Dortmund e dell’Inter.

Con la maglia nerazzurra, Hakimi, 22 anni, è l’unico giocatore che nel suo primo anno in Serie A ha all’attivo 4 gol e 4 assist.

Insieme ad Hakimi, tra le stelle del calcio africano c’è anche un altro calciatore che gioca in Italia: si tratta di Kalidou Koulibaly, difensore centrale del Napoli.

La carriera di Hakimi

Achraf Hakimi Mouh è nato a Madrid il 4 novembre 1998. E’ un calciatore spagnolo naturalizzato marocchino, esterno destro dell’Inter e della Nazionale del Marocco.

PRIMI PASSI NELL’OFIGEVI

Dopo aver mosso i primi passi nell’Ofigevi (squadra della periferia di Madrid), a 8 anni entra nel settore giovanile del Real Madrid. Compiuta la trafila delle giovanili, nel 2016 viene inserito dall’allenatore Santiago Solari nella rosa del Real Madrid Castilla, militante in Segunda División B.

L’esordio tra i professionisti arriva il 20 agosto 2016, in occasione della vittoria casalinga contro la Real Sociedad B per 3-2. Il 25 settembre successivo mette a segno la sua prima rete, in occasione del pareggio esterno contro il Fuenlabrada per 1-1. Conclude la sua prima stagione tra i professionisti con un bottino di 28 presenze e una rete.

IL DEBUTTO IN PRIMA SQUADRA

Nel corso della stagione 2016-2017, Hakimi riceve la sua prima convocazione in prima squadra in gennaio in vista della sfida in Copa del Rey contro il Celta Vigo. Il 1° ottobre 2017 fa il suo esordio in prima squadra in occasione della vittoria casalinga contro l’Espanyol per 2-0, disputando tutta la partita.

Il 17 ottobre successivo disputa la sua prima partita di Champions League in occasione del pareggio contro gli inglesi del Tottenham per 1-1. Il 9 dicembre mette a segno la sua prima rete nel massimo campionato spagnolo, in occasione della vittoria contro il Siviglia per 5-0.

Il 16 dicembre successivo vince la Coppa del Mondo per Club in virtù della vittoria sui brasiliani del Grêmio per 1-0. Il 26 maggio 2018, seppur non disputando la finale, vince la sua prima Champions League grazie al successo del Real Madrid sugli inglesi del Liverpool per 3-1. Chiude la sua prima stagione in prima squadra con un bottino di due trofei vinti, 17 presenze e 2 reti messe a segno.

L’ESPERIENZA AL BORUSSIA DORTMUND

L’11 luglio 2018 viene ufficializzato il suo trasferimento, in prestito biennale, ai tedeschi del Borussia Dortmund. L’esordio arriva il 26 settembre successivo, in occasione della vittoria casalinga contro il Norimberga; nella stessa partita mette a segno anche il primo gol con la nuova maglia. Inizia la stagione successiva conquistando la Supercoppa di Germania nella finale vinta per 2-0 contro il Bayern Monaco. Il 2 ottobre 2019 realizza la sua prima doppietta in carriera, nella vittoria esterna in Champions League contro lo Slavia Praga per 2-0, ripetendosi il 5 novembre, in occasione della vittoria casalinga in Champions League contro l’Inter per 3-2. Conclude l’annata con 46 presenze e 9 gol, che portano il totale della sua esperienza con il Borussia Dortmund a 74 presenze e 12 reti in tutte le competizioni.

L’APPRODO ALL’INTER

Il 2 luglio 2020 viene ufficializzato il suo passaggio all’Inter, a titolo definitivo, per 40 milioni di euro più 5 milioni di bonus. Debutta in Serie A il 26 settembre successivo nella vittoria per 4-3 contro la Fiorentina, servendo anche un assist. Quattro giorni dopo realizza il suo primo gol nella vittoria esterna per 5-2 contro il Benevento. Gioca per la prima volta in Champions League con la maglia dell’Inter il 27 ottobre nello 0-0 contro lo Shakhtar. Segna la sua prima doppietta il 5 dicembre nella vittoria per 3-1 contro il Bologna.

DEBUTTA IN NAZIONALE A SOLI 17 ANNI

L’11 ottobre 2016, a soli 17 anni, fa il suo esordio con la maglia della nazionale marocchina in occasione dell’amichevole vinta contro il Canada per 4-0. Il 1° settembre 2017 mette a segno la sua prima rete in occasione della partita valida per le qualificazioni al campionato mondiale 2018 vinta contro il Mali per 6-0. Da quella partita in avanti diventa un punto fermo della Nazionale del Marocco.

Il 17 maggio 2018 viene selezionato dal commissario tecnico Hervé Renard nella lista dei 23 calciatori che partecipano al campionato mondiale in Russia.

L’esordio in tale competizione arriva il 15 giugno successivo, in occasione della partita d’esordio persa contro l’Iran per 0-1.

Chiude i Mondiali con un’eliminazione al primo turno, disputando tutte e tre le partite giocate dalla sua nazionale. L’anno successivo viene convocato per la Coppa d’Africa: il Marocco esce agli ottavi contro il Benin per 1-4 ai tiri di rigore dopo l’1-1 dei tempi supplementari.

VITA PRIVATA

Hakimi è sposato con l’attrice spagnola, di origini libiche e tunisine, Hiba Abouk, con la quale il 12 febbraio 2020 ha avuto un figlio.

La doppietta segnata contro il Bologna

Ecco le immagini della splendida doppietta realizzata da Hakimi nel 3-1 dell’Inter contro il Bologna il 5 dicembre scorso.