Serie A | Ultima chiamata per il titolo di Campioni d’Inverno: non solo Milan e Inter

La corsa al titolo di Campione d’Inverno in Serie A è ancora avvincente. Mancano cinque gare al giro di boa e tante squadre lotteranno all’inizio del 2021 per raggiungere tale traguardo, nonostante non sia un’assicurazione per la vittoria dello scudetto.

serie a
Inter e Milan sono le squadre che si contendono al momento i vertici della classifica di Serie A (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Una squadra di Serie A, tra soltanto cinque giornate, diventerà Campione d’Inverno. Un titolo che nell’ultimo decennio, complice il dominio della Juventus (ad eccezione che nelle stagioni 2015/16 e 2017/18, quando a conquistarlo fu il Napoli), ha assicurato anche la vittoria dello Scudetto. Il campionato in corsa, tuttavia, si è largamente dimostrato più avvincente di quelli precedenti. Ai vertici della classifica, al momento, si trovano i due club di Milano, con soltanto un punto di differenza. Anche le squadre dietro, tuttavia, potrebbero riuscire ad insidiare Milan e Inter per il raggiungimento del parziale traguardo. Ad avere la meglio non sarà soltanto la compagine con il calendario più semplice fino al giro di boa, ma anche e soprattutto quella che avrà maggiore grinta e spirito di sacrificio.

Il percorso di Inter e Milan in Serie A

Il Milan è attualmente in testa alla classifica di Serie A con 34 punti. Nel cammino dei rossoneri, al ritorno dalla pausa di Natale, ci sarà la neo-promossa Benevento. Una sfida non del tutto semplice, dato che i giallorossi sono attualmente al decimo posto della classifica e hanno già conquistato risultati utili contro grandi squadre come Juventus e Lazio. Proprio i bianconeri si troveranno di fronte agli uomini di Stefano Pioli in occasione del match dell’Epifania a San Siro. Uno scontro diretto molto atteso, dato che la capolista ha già sfidato tutte le altre big. Nella diciassettesima ancora un incontro casalingo per il club lombardo, che ospiterà il Torino, ad oggi fanalino di coda. Nella penultima giornata prima del giro di boa, invece, trasferta contro un’altra squadra che si trova in una posizione di classifica scomoda e intende rilanciarsi: il Cagliari. Grande impegno in conclusione del girone di andata, infine, al Meazza contro l’Atalanta.

L’Inter, al momento a 33 punti, è pronta ad approfittare di un passo falso dei cugini. Al ritorno dalla pausa incontrerà la neo-promossa Crotone, che è alla disperata ricerca di punti per allontanarsi dalla zona retrocessione. Un match senza dubbio alla portata dei padroni di casa. Successivamente i nerazzurri incontreranno la Sampdoria, che contro le grandi in questa stagione non è riuscita a fare bene. Anche in questo caso possono ben sperare. Il percorso, invece, si complica nelle gare successive. Alla diciassettesima e alla diciottesima giornata, infatti, gli uomini di Antonio Conte affronteranno rispettivamente la Roma, ad oggi terza in classifica, e la Juventus, che vuole rimediare all’inizio di stagione altalenante. All’ultimo turno del girone d’andata, invece, trasferta contro l’Udinese, squadra quest’anno abbastanza imprevedibile.

Sulla carta, in virtù degli scontri diretti e del punto in più in classifica, il Milan appare al momento favorito rispetto all’Inter per la conquista del titolo di Campione d’Inverno. Molto, tuttavia, dipenderà dalle condizioni fisiche dei giocatori al ritorno dalla pausa e da eventuali recuperi degli infortunati. Un nome su tutti è quello di Zlatan Ibrahimovic, assente nelle ultime gare. Le due squadre, inoltre, a gennaio saranno anche impegnate negli ottavi di finale di Coppa Italia: i rossoneri affronteranno il Torino subito dopo averlo già incontrato in campionato, mentre i nerazzurri dovranno contendersi il passaggio del turno con la Fiorentina.

LEGGI ANCHE -> Milan, Pioli in conferenza stampa: “Siamo ambiziosi, puntiamo in alto”

Le altre: Roma, Napoli e Juventus

Milan e Inter non sono le uniche squadre a potere ancora ambire al titolo di Campione d’Inverno. Juventus e Napoli, infatti, possono trarre dal recupero dello scontro diretto punti preziosi per scalare la classifica. Con una vittoria, infatti, i partenopei arriverebbero a 28 punti (che in questo momento gli permetterebbero di essere terzi). La squadra di Rino Gattuso, al ritorno dalla pausa, dovrà affrontare Cagliari, Spezia, Udinese, Fiorentina ed Hellas Verona. Si tratta probabilmente del calendario più facile tra tutte le contendenti. Ad eccezione degli scaligeri, infatti, le sfidanti sono al momento nella zona bassa della classifica. Non possono dire lo stesso gli uomini di Andrea Pirlo, che dovranno scontrarsi con Udinese, Milan, Sassuolo, Inter e Bologna. Ben tre scontri diretti.

serie a juve napoli
Juventus e Napoli hanno ancora una gara da recuperare (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

È da considerare, però, che il percorso delle due compagini potrebbe essere condizionato dal calendario fitto. Il Napoli, infatti, dovrà sfidare in Coppa Italia a gennaio l’Empoli, mentre alla Juventus toccherà il Genoa. Le due squadre, inoltre, si incontreranno in Supercoppa. Un accavallarsi di impegni che potrebbe favorire le altre.

LEGGI ANCHE ->Mercato Juve | Milik a gennaio? Intanto spunta la pista Aguero

Occhio, dunque, anche alla Roma. I giallorossi sono attualmente al terzo posto della classifica, nonostante non abbiano gare da recuperare. La squadra di Paulo Fonseca però non ha un calendario semplice: in ordine affronterà Sampdoria, Crotone, Inter, Lazio e Spezia. La sfida contro i nerazzurri e il derby contro gli uomini di Simone Inzaghi sono piuttosto ostiche.