Serie B | Come procede il campionato: qualche numero

Il campionato di Serie B offre sempre ottimi spunti visto che non mancano gli alti e bassi in classifica. C’è chi sta andando oltre le aspettative, chi invece si trova in gravissime difficoltà.

Francesco Forte durante la trasferta di Cosenza
Francesco Forte durante la trasferta di Cosenza (foto credit Venezia FC)

Mancano ancora tantissime gare, ma si può comunque tracciare un piccolo bilancio su quello che sta accadendo nel campionato cadetto.

LEGGI ANCHE: in testa alla classifica c’è la Salernitana

Serie B, le zone di alta classifica

Attualmente al comando c’è la Salernitana. La squadra granata, forte anche del suo bomber Gennaro Tutino (6 gol all’attivo), staziona davanti a tutte con 28 punti conquistati dopo 14 giornate. Alle sue spalle segue l’Empoli staccato soltanto di due lunghezze. Il Cittadella è la conferma del campionato, ma la Spal non vuole essere da meno dopo la retrocessione dalla massima serie rimediata al termine della stagione 2019/2020. Stessa cosa dicasi per il Frosinone di Nesta fermo a 24 punti.

Da segnalare il percorso di crescita del Monza che è attualmente a 23 punti in coabitazione con il Venezia del capocannoniere del torneo Francesco Forte: non sta andando per il verso giusto il cammino del Lecce. Nonostante un ottimo organico, il gruppo giallorosso è in zona playoff a 21 lunghezze, 7 in meno rispetto alla prima della classe. I pugliesi vantano al momento lo scettro di capocannoniere con Massimo Coda (8 gol insieme a Forte).

Cosa succede al centro

Nella zona “tranquilla” della classifica ci sono il Chievo Verona e il Brescia. Si tratta di due squadre che sicuramente vorranno puntare ai primi posti della classifica. Pisa, Pordenone e Vicenza sono attualmente al centro e non rischiano, ma bisogna fare molta attenzione. Basta qualche errore di troppo e le sabbie mobili della retrocessione sono sempre in agguato.

La lotta per la salvezza

In questo frangente di campionato Cremonese e Reggiana sono fuori dalla zona playout con due punti in più rispetto al Cosenza che ne ha 13. Giù di lì vi sono invece Pescara e Reggina. I calabresi hanno sicuramente disatteso le aspettative visto l’organico a disposizione: per fare due nomi la squadra amaranto vanta in attacco la presenza di German Denis e Jeremy Menez. A seguire chiudono l’Ascoli che ha di recente esonerato Delio Rossi (il nuovo allenatore è Andrea Sottil) e la Virtus Entella.