Il bomber che manca da troppo tempo: Udinese, servono i gol

Da qualche anno a questa parte, quando si parla di Udinese il primo problema che viene in mente è sempre lo stesso: la sterilità offensiva. Sono lontani i tempi di Di Natale, e non si vedono soluzioni nell’immediato.

Il problema principale dell’Udinese da qualche anno è sempre lo stesso: la sterilità offensiva (Foto Getty Images)

Come sono lontani i tempi di Di Natale. Quando si parla di Udinese, da qualche anno a questa parte, il primo problema cui si pensa è sempre lo stesso: la sterilità offensiva. Questo primo scorcio di stagione ha confermato la preoccupante tendenza dei campionati passati: in Serie A i friulani hanno segnato 14 gol in 13 partite. Pochi.

Manca, alla squadra di Gotti, un bomber da 20 gol a stagione – ne basterebbero anche 15, a dire il vero -, non c’è un finalizzatore che dia forma al buon lavoro di costruzione che mediamente i bianconeri fanno.

LEGGI ANCHE


Udinese, De Paul: “Via da Udine quando arriverà il momento giusto”

Il PSG esonera Thomas Tuchel | Scelto il sostituto


L’immagine plastica, l’ennesima, la si è avuta mercoledì sera contro il Benevento: pronti via e Lasagna spreca una chance clamorosa, ne fallisce un’altra dopo il vantaggio dei sanniti e un’altra ancora più avanti, a inizio ripresa.

Udinese | Tanti attaccanti, pochi gol

Gotti ha a disposizione sei attaccanti, con caratteristiche diverse, accomunati però da un elemento poco incoraggiante: segnano tutti poco. Pussetto con 3 gol è il più prolifico, seguono Okaka con 2, Forestieri, Nestorovski e Lasagna con 1. Deulofeu, quello che doveva essere il valore aggiunto dell’Udinese, finora non ha mai trovato la via della rete.

Cosa si possono attendere i tifosi bianconeri dal mercato di gennaio? Probabilmente nulla, verrebbe da dire in prima battuta, ma potrebbe essere vero anche il contrario. Ragionamento che per stare in piedi non può che fondarsi su un assunto: per comprare, il club della famiglia Pozzo deve prima cedere.

Ecco allora che il presunto interessamento della Fiorentina per Lasagna potrebbe essere una via: qualcuno ha ipotizzato l’approdo dell’ex capitano in viola e il conseguente arrivo di Cutrone in Friuli. Anche Okaka ha mercato – all’estero -, cedendo uno dei due o entrambi l’Udinese potrebbe – dovrebbe – guardarsi attorno. A caccia di quel bomber che manca da troppo tempo.

LEGGI ANCHE

Gattuso racconta la sua malattia | In panchina con la miastenia oculare