Ascoli SPAL | Primo tempo 1-0 | Sabiri incanta, è la rinascita dei Piceni?

L’Ascoli scende bene in campo contro la SPAL e nel primo tempo trova il vantaggio sul bellissimo gol di Sabiri dai 30 metri. Marino chiede ai suoi più velocità, le iniziative di Strefezza e Sala fin qui non bastano.

Ascoli, Abdelhamid Sabiri segna il primo gol della partita con la Reggiana su punizione, 20 ottobre 2020 (foto © Ascoli)
Ascoli, Abdelhamid Sabiri segna il primo gol della partita con la Reggiana su punizione, 20 ottobre 2020 (foto © Ascoli)

Il centrocampista offensivo dell’Ascoli Abdelhamed Sabiri ha di nuovo compiuto la magia nel primo tempo di gioco contro la SPAL. Il centrocampista offensivo ha segnato il quarto gol del campionato 2020/21, il terzo su punizione. L’occasione è arrivata sul fallo di Valoti vicino all’area Estense. Dai trenta metri, Sabiri ha impostato un tiro spettacolare che ha lasciato pietrificato Thiam: la sfera si è infatti depositata direttamente in rete.


Leggi anche:


La partita Ascoli-SPAL si accende dopo il gol dell’1-0 e procede su buoni ritimi e buone iniziative da ambo i lati. Gli Estensi dominano sul numero di calci d’angolo tirati, ben cinque, e si distinguono anche per l’ottimo reparto difensivo, considerato uno dei migliori anche a confronto con le squadre di Serie A. I fantasisti a centrocampo sono i due esterni: Strefezza e Sala, che però sembrano fare fatica a centrare lo specchio della porta. Il reparto offensivo non graffia e sembra sorpreso dall’aggressività degli avversari.

Nell’Ascoli è la fascia sinistra che preoccupa di più. Saric fa ripartire il gioco grazie alle sue intuizioni più volte: in diversi momenti sono i Piceni a fare pressing in area avversaria. Pucino sin dall’inizio della partita si posiziona sulla linea dei centrocampisti dando l’impressione che la squadra di Sottil giochi su un modulo 3-4-1-2.