Categorie
Serie B

Lecce-Vicenza 2-1 | Mancosu e Rodriguez ribaltano i veneti | Tabellino | Classifica

Il gol di Marotta dopo un quarto d’ora sblocca Lecce-Vicenza quasi a sorpresa. I salentini non riescono a tirare in porta per 40 minuti, poi vanno a un passo dal pareggio con Meccariello. Poi il capitano e la punta spagnola ribaltano tutto in 4 minuti.

mancosu-lecce-vicenza-meteoweek
Mancosu sempre decisivo per il suo Lecce – meteoweek.com (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Lecce-Vicenza | Cronaca

Lecce-Vicenza si chiude con il punteggio di 2-1 in favore dei padroni di casa. Vittoria d’oro massiccio per gli uomini di Eugenio Corini, che interrompono una striscia di cinque risultati senza successi.

I salentini si gettano subito in avanti e sfiorano il vantaggio con Meccariello: gran colpo di testa su cross di Mancosu e super intervento di Grandi. Ma al primo capovolgimento di fronte segna il Vicenza con Marotta, che arriva sul secondo palo su cross di Zonta e segna lo 0-1. La rete subita spegne il Lecce, che supera la mezz’ora senza creare pericoli. Poi al 34′ Majer ci prova dalla distanza ma senza centrare la porta, prima di un’altra chance per Meccariello che però si fa stoppare da un avversario. La frazione si chiude con un altro colpo di testa, stavolta di Lucioni, che non inquadra la porta.

La ripresa si apre con i padroni di casa protesi alla ricerca del pareggio. Per primo ci prova Coda, con una girata controllata con facilità da Grandi. Un minuto dopo il bomber tenta la gran conclusione da posizione difficile, mancando lo specchio. All’improvviso, però, il Vicenza si affaccia in avanti e per poco non raddoppia: contropiede letale dei biancorossi, ma Marotta e Zonta non concretizzano dal cuore dell’area. È la scossa che serviva al Lecce, che fa le prove del gol con Stepinski, fermato solo da Grandi.

Al 71′ inizia lo show salentino, con Mancosu che pareggia con un’azione fantastica per vie centrali. Tre minuti dopo Rodriguez, entrato al posto di Stepinski, anticipa Padella a centro area con un movimento da grande bomber e firma il sorpasso. La giovane punta spagnola si fa male poco dopo, il Lecce serra le fila e al 91′ viene graziato dall’arbitro Paterna che annulla un gol al Vicenza: fuorigioco di Guerra che batte Gabriel, ma è tutto inutile. Vince il Lecce che si libera da un po’ di paure.

Tabellino

LECCE-VICENZA 2-1

Marcatori: 14′ Marotta, 71′ Mancosu, 74′ Rodriguez

LECCE – Gabriel; Adjapong, Lucioni, Meccariello, Zuta; Majer (68′ Henderson), Tachtsidis, Listkowski (85′ Paganini); Mancosu; Coda, Stepinski (68′ Rodriguez, 78′ Bjorkengren). A disposizione: Bleve, Vigorito, Falco, Rossettini, Monterisi, Dubickas, Calderoni, Maselli. Allenatore Salvatore Lanna.

VICENZA – Grandi, Cappelletti, Pasini, Padella (78′ Guerra), Barlocco, Zonta, Da Riva, Rigoni (86′ Scoppa), Dalmonte, Meggiorini (86′ Giacomelli), Marotta (70′ Jallow). A disposizione: Perina, Zecchin, Beruatto, Bizzotto, Fantoni, Cinelli, Tronchin, Gori. Allenatore Domenico Di Carlo.

ARBITRO – Paterna di Teramo. Assistenti: Bottegoni-Yoshikawa.

NOTE – ammonito Cappelletti, Rodriguez

Classifica

Salernitana 31, Empoli 27, Cittadella e Spal 26, Frosinone 25, Lecce 24, Monza e Venezia 23, Chievo 20, Brescia e Pordenone 18, Vicenza 16, Cremonese e Reggiana 15, Reggina 14, Cosenza 13, Pescara 12, Ascoli 9, Entella 8.

Empoli, Monza, Brescia, Vicenza, Cremonese e Reggiana una partita in meno. Cittadella e Chievo due partite in meno.

 

Lecce-Vicenza | Presentazione del match

Il Lecce vuol mettersi alle spalle un mese di dicembre a dir poco difficile, il Vicenza vuol continuare nel suo campionato che finora è stato abbastanza tranquillo. Si potrebbe riassumere così la partita in programma oggi pomeriggio allo stadio “Via del Mare” della città salentina. Da una parte ci sono i giallorossi, che vengono da cinque gare consecutive senza vittorie, le ultime due con altrettante e dolorose sconfitte. I biancorossi, invece, hanno fatto molto bene in queste ultime gare, in cui hanno risalito la classifica.

Lecce-Vicenza vedrà due squadre tutto sommato complete sul piano dell’organico. Eugenio Corini, che anche domani dovrà assistere al match da casa per via dell’isolamento e verrà sostituito da Salvatore Lanna, è riuscito a recuperare praticamente tutto il gruppo a sua disposizione, compreso Filippo Falco che si è ripreso da un problema fisico. Dall’altra parte Domenico Di Carlo ritrova alcuni elementi di assoluto valore tra le proprie fila, come i rientranti dell’ultimo minuto Beruatto e Gori.

In ogni caso si affronteranno due formazioni con obiettivi diversi tra loro. Le ultime due sconfitte contro Pisa e Spal hanno fermato la corsa della compagine pugliese nelle primissime posizioni della classifica, rallentando l’inseguimento ai posti che valgono la promozione diretta in serie A. I veneti, invece, stanno cercando di racimolare nel più breve tempo possibile i punti che servono per ottenere la salvezza.

Le parole dei mister nel prepartita

Probabili formazioni

LECCE – Gabriel; Adjapong, Lucioni, Zuta; Paganini, Majer, Tachtsidis, Calderoni; Mancosu; Stepinski, Coda. A disposizione: Bleve, Vigorito, Meccariello, Mancosu, Falco, Rossettini, Monterisi, Listowski, Pettinari, Bjorkengren, Maselli, Henderson, Rodriguez. Allenatore Salvatore Lanna.

VICENZA – Grandi; Cappelletti, Pasini, Padella, Beruatto; Zonta, Rigoni, Cinelli, Dalmonte; Meggiorini, Jallow.

ARBITRO – Paterna di Teramo. Assistenti: Bottegoni-Yoshikawa.

Precedenti e curiosità

Lecce-Vicenza si giocherà allo stadio “Via del Mare” per la quindicesima volta nella storia. Nei precedenti che si sono già disputati in tutte le categorie, si è visto finora un sostanziale equilibrio. La formazione locale ha portato a casa sei vittorie, contro le cinque ottenute dai biancorossi. Le restanti tre partite fin qui giocate si sono concluse in parità. Salentini e veneti si sono incontrati per la prima volta oltre settanta anni fa: era il campionato di serie B 1948/49, quando i giallorossi ottennero il successo con un rotondo 4-1.

Per ben 30 anni Lecce e Vicenza non si affrontarono, prima di arrivare al campionato cadetto 1979/80: gol di Marangon e prima vittoria dei veneti al “Via del Mare”. La prima volta nella massima serie si è consumata nella stagione 1997/98, quando fu bissato il precedente di 18 anni prima. A mettere a segno il gol-vittoria fu Pasquale Luiso. Un paio di stagioni dopo arrivo la tanto attesa rivincita da parte dei padroni di casa, con le reti di Vugrinec e Osorio che furono decisive per la vittoria casalinga. Questa è stata anche l’ultima sfida giocata in serie A.

Quelle successive, infatti, si sono consumate in cadetteria. A partire da quella del 2006/07, in cui una doppietta di Cavalli regalò la vittoria al Vicenza e portò al secondo esonero di Zeman a Lecce. Gli ultimi due precedenti si sono conclusi con lo stesso punteggio, ovvero 1-0 per i padroni di casa. Nel 2008 il gol da tre punti lo realizzò il brasiliano Angelo, mentre Gianni Munari fu decisivo per il successo dei leccesi nel 2010.