Categorie
Serie B

Venezia-Salernitana 1-2 | Tabellino e pagelle | Highlights | Classifica

La Salernitana passa anche a Venezia e rimane al comando in Serie B: al Penzo finisce 2-1, doppietta di Anderson nel primo tempo e autogol di Aya al 90′

Venezia e Salernitana si sfidano nella 15a giornata di Serie B (Foto Getty Images)

La Salernitana non si ferma più: 2-1 al Venezia e primo posto confermato. Doppietta di Anderson nel primo tempo (34′ e 38′), al 90′ autogol di Aya.

 

Venezia-Salernitana | Il racconto della sfida del Penzo

Quadrata, solida, cinica. La Salernitana vince anche a Venezia e rimane al comando della classifica di Serie B. Lo fa alla sua maniera: giocando in verticale e chiudendo gli spazi, impedendo ai lagunari di sfondare nonostante il buon avvio e di pareggiare nel finale, nel loro momento di massima spinta.

Doppietta di Anderson nel primo tempo, al 34′ e 38′, autogol di Aya al 90′: la squadra di Castori soffre, ma resiste; quella di Zanetti (squalificato, sostituito in panchina da Bertolini) non demerita, ma non incassa punti e scivola al settimo posto.

Inizio di marca arancioneroverde: buona circolazione di palla e pressione. Ci provano prima Aramu con un sinistro a giro deviato in corner e quindi Forte con un tuffo di testa, con la palla che finisce fuori.

I granata non si scompongono e appena mettono la testa avanti passano. Casasola recupera palla e s’invola lungo l’out di destra prima di servire nei pressi dell’area Anderson, che controlla e batte Lezzerini con un destro preciso sul secondo palo.

Una manciata di minuti dopo arriva il raddoppio. Percussione di Tutino, l’attaccante campano entra in area e calcia mandando sul palo: il più lesto a ribadire in rete è Anderson, che firma la doppietta che gli vale il terzo centro in campionato.

Nella ripresa Zanetti cambia modulo, passando al 4-2-3-1. Il Venezia spinge, ma non sfonda: merito della Salernitana, che fa densità, tiene le linee strette e appena può riparte.

Il più pericoloso tra gli uomini di Zanetti è Forte, ma Belec non corre sostanziali pericoli. Nel finale sfortunata autorete di Aya su tiro di Crnigoj: il Venezia ci crede, ma non le basta il disperato assalto finale. Al Penzo finisce 2-1, la Salernitana continua a guardare tutti dall’alto verso il basso.

Venezia Salernitana | Tabellino e pagelle

VENEZIA-SALERNITANA 1-2

GOL 34′ pt e 38′ pt Anderson, 45′ st Aya (autogol).

VENEZIA (4-3-1-2) Lezzerini 5,5; Mazzocchi 6,5, Svoboda 5,5, Ceccaroni 5, Felicioli 5 (32′ st Crnigoj 6,5); Fiordilino 6 (46′ st Capello sv), Taugourdeau 5,5 (7′ st Di Mariano 6), Bjarkason 5,5; Aramu 5,5 (7′ st Johnsen 5,5); Bocalon 5 (7′ st Karlsson 5), Forte 6. All. Zanetti (squalificato) 5,5.

SALERNITANA (3-5-2) Belec 6; Aya 6, Gyomber 6, Mantovani 6,5; Casasola 6,5, Anderson 7,5 (23′ st Kupisz 6), Di Tacchio 6,5, Capezzi 6 (43′ st Cicerelli sv), Lopez 6 (23′ st Veseli 6); Tutino 6,5 (39′ st Schiavone sv), Djuric 6 (43′ st Giannetti sv). All. Castori 7.

ARBITRO Pairetto di Nichelino, 6.

NOTE Corner 8-2. Ammoniti Di Tacchio e Lopez. Recupero 0 e 4.

Venezia-Salernitana | Cronaca

PRIMO TEMPO

Inizio a ritmi elevati: meglio i lagunari, più propositivi e aggressivi, la Salernitana fatica a salire. Arancioneroverdi pericolosi due volte in due minuti, con un tiro a giro di Aramu e un colpo di testa in tuffo di Forte.

34′ SALERNITANA IN VANTAGGIO Casasola recupera palla e s’invola lungo l’out di destra prima di servire al centro Anderson, che con un destro preciso firma l’1-0.

38′ RADDOPPIO GRANATA Ancora Anderson, che ribadisce in rete dopo la conclusione sul palo di Tutino, con Lezzerini in uscita.

Si va al riposo con la Salernitana avanti 2-0 grazie alla doppietta di Anderson (34′ e 38′). Due tiri, due gol per i granata, che si dimostrano squadra estremamente solida; arancioneroverdi più propositivi e protagonisti di un avvio convincente, ma fin qui non è bastato.

SECONDO TEMPO 

Il Venezia spinge nel tentativo di riaprire la gara, ma la Salernitana si difende con ordine e non va mai in affanno. Ci provano Johnsen e Forte, Belec blocca senza problemi.

90′ IL VENEZIA ACCORCIA Autogol di Aya su tiro dall’interno dell’area di Crnigoj.

Classifica

Salernitana 31, Empoli 27, Cittadella e Spal 26, Frosinone 25, Lecce 24, Monza e Venezia 23, Chievo 20, Pisa 19, Brescia e Pordenone 18, Vicenza 16, Cremonese e Reggiana 15, Cosenza e Reggina 14, Pescara 12, Ascoli 9, Virtus Entella 8.

Venezia-Salernitana | Formazioni ufficiali

VENEZIA (4-3-1-2) Lezzerini; Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Felicioli; Fiordilino, Taugourdeau, Bjarkason; Aramu; Bocalon, Forte. All. Zanetti (squalificato).

SALERNITANA (3-5-2) Belec; Aya, Gyomber, Mantovani; Casasola, Anderson, Di Tacchio, Capezzi, Lopez; Tutino, Djuric. All. Castori.

ARBITRO Pairetto di Nichelino.

 

 

Venezia-Salernitana | La presentazione della sfida

Si preannuncia come una delle sfide più interessanti della 15a giornata di Serie B quella che porrà di fronte la sorpresa Venezia e la Salernitana capolista: calcio d’inizio alle 15.

Il Venezia è reduce dal pareggio di Cosenza, terzo risultato utile consecutivo: 3 vittorie, 4 pari e un solo ko nelle ultime 8 per la squadra di Paolo Zanetti. Risultati che l’hanno portata al sesto posto in coabitazione col Monza, una posizione decisamente migliore rispetto a quelle cui erano attesi i lagunari.

La Salernitana nell’ultimo turno ha vinto in rimonta il testacoda con la Virtus Entella, inanellando il terzo risultato utile di fila (un successo e due pareggi). Gli uomini di Fabrizio Castori sono in testa con un punto di vantaggio sull’Empoli.

Al Penzo il Venezia ha vinto 4 volte, pareggiato 2 e perso una; fuori casa i granata hanno ottenuto l’egual di numero di vittorie, pareggi e sconfitte: 2. I campani hanno segnato 20 gol e ne hanno subiti 12, come il Venezia, che ha all’attivo 18 reti.

Di fronte due allenatori con filosofia di gioco diverse. Zanetti cerca il fraseggio, Castori la verticalità: sarà interessante vedere quali saranno i contenuti tattici del match, che vedrà tra i protagonisti interpreti dal buon tasso tecnico.


LEGGI ANCHE

Frosinone-Pordenone | Diretta streaming | Match Live | Dove vedere la partita

Brescia-Empoli | Diretta streaming | Match Live | Dove vedere la partita


Venezia-Salernitana | Probabili formazioni

Nel Venezia Zanetti potrebbe concedere un turno di riposo a Forte e schierare Johnsen come partner d’attacco di Bocalon; si va verso la conferma di Capello come mezzala. Castori dovrebbe utilizzare nuovamente dall’inizio Djuric, in coppia con Tutino, con Anderson confermato sulla corsia sinistra di centrocampo.

VENEZIA (4-3-1-2) Lezzerini; Mazzocchi, Svoboda, Ceccaroni, Molinaro; Fiordilino, Vacca, Capello; Aramu; Bocalon, Johnsen. All. Zanetti.

SALERNITANA (4-4-2) Belec; Casasola, Aya, Gyomber, W. López; Kupisz, Schiavone, Di Tacchio, A. Anderson; Tutino, Djuric. All. Castori.

ARBITRO Pairetto di Nichelino.

Venezia-Salernitana | Precedenti e curiosità

Sono 30 i precedenti in Serie B fra le due squadre, con un un bilancio in equilibrio: 11 successi per parte e 8 pareggi.

Il portale Opta riporta alcune curiosità della gara del Penzo. Dal 2010 a oggi, Venezia e Salernitana si sono incontrate sei volte in Serie B: due vittorie e due sconfitte per parte, due pareggi completano lo score.

Il Venezia è imbattuto negli ultimi quattro scontri casalinghi contro la Salernitana in Serie B (3 vittorie e un pareggio), con quattro clean sheet nel parziale. Dopo aver segnato otto gol in tre gare casalinghe (altrettanti successi), il Venezia è rimasto a secco nelle ultime due (un pareggio e una sconfitta): non arriva a tre partite interne di fila senza reti da settembre 2017 in Serie B.

LEGGI ANCHE

Serie B | Come procede il campionato: qualche numero