Diego Costa lascia l’Atletico Madrid | Il saluto di Simeone

Il suo addio era nell’aria, ora è diventato ufficiale. Diego Costa lascia l’Atletico Madrid da subito. Intanto Simeone lo saluta in conferenza stampa.

Diego Simeone e Diego Costa, credit Getty Images

Da giorni si parlava di una separazione tra Diego Costa e l’AtleticoMadrid a fine stagione: il centravanti era in scadenza e sembrava non ci fossero margini per proseguire la carriera in rojiblanco. A sorpresa, però, l’ex Chelsea ha rescisso il contratto oggi, diventando dunque un calciatore svincolato. Lo ha comunicato il club della capitale con una nota sul sito ufficiale .

Diego Costa stava vivendo un buon momento a livello personale, ma qualcosa lo ha spinto a lasciare i Colchoneros per concentrarsi sul proprio futuro e sulla famiglia. Già, perché la motivazione della separazione è “problemi famigliari”. Non si sa altro al momento, anche se si può intuire che la causa di tutto questo sia da ricollegare agli strani fatti avvenuti a Londra qualche giorno fa: in un negozio di libri usati è stata ritrovata una Bibbia contenente tre foto, una delle quali ritraeva l’attaccante in compagnia di una donna misteriosa. Per ora sono ipotesi, i motivi non sono stati chiariti fino in fondo.

Il saluto di Simeone

Durante la conferenza stampa di oggi pomeriggio, l’allenatore dell’Atletico Madrid Diego Simeone ha salutato Diego Costa, uno dei suoi fedelissimi con cui ha condiviso gran parte della carriera a Madrid. Ecco le sue dichiarazioni: “Il club ha rilasciato una dichiarazione per raccontare la situazione di Diego. La società lo ha aiutato senza subire danni e questo genera serenità. Sanno che vogliamo bene a Diego, abbiamo passato molto tempo insieme nel migliore dei modi e abbiamo parlato con lui. Ha anche bisogno di trovare nuove sfide perché è bravo, forte e ovunque andrà farà le cose bene, è un combattente. Lo ringrazio, come tutte le persone che ci hanno donato il loro cuore, e così è stato per Diego dal punto di vista umano e sportivo. Spero che trovi la strada migliore e che ci possiamo abbracciare quando ci rivedremo, visto che non ci vediamo da un paio di giorni perché non si è allenato mentre stava trattando”.

Quale futuro per Diego Costa?

Ora che è diventato un free agent, Diego Costa è libero di cercare una nuova squadra. In Italia? Forse, le big cercano una punta di scorta e l’ex Chelsea è un profilo ideale. Per il Milan sarebbe perfetto: stesse caratteristiche tecniche e fisiche di Ibrahimovic e capacità di giocare anche in coppia con un altro attaccante. Stesso discorso per la Juventus, anche se i bianconeri sembrano essere orientati verso altri profilo come quello di Llorente. Diego Costa sarebbe il perfetto vice Lukaku richiesto da Conte, ma proprio i pessimi rapporti tra l’attaccante e l’allenatore salentino lasciano pensare che la quarta punta nerazzurra non parlerà spagnolo. I due, infatti, hanno condiviso un anno al Chelsea vincendo la Premier League, ma Conte ha scaricato Costa via cellulare e il giocatore non l’ha mai digerito. Attenzione anche al Napoli, che potrebbe prendere in considerazione l’idea di ingaggiare un vice Osimhen.

Nel frattempo il quotidiano spagnolo “As” ha confermato che se una rivale dell’Atletico (Barcellona e Real Madrid) provasse ad ingaggiare Costa, dovrebbe pagare una penale al club madrileno.