Premier League: Rashford fa volare il Manchester United, Lacazette rilancia l’Arsenal

Premier League: Rashford regala al Manchester United il successo sul Wolverhampton, l’Arsenal supera il Brighton con un gol di Lacazette. Pokerissimo del Leeds al West Brom, il Burnely affonda lo Sheffield United. Southampton-West Ham 0-0.

Lacazette ha regalato all’Arsenal il secodo successo consecutivo sul campo del Brighton (Foto Getty Images)

Il Manchester United vola al secondo posto, l’Arsenal si rilancia, il Leeds ritrova il feeling con il gol, il Burnely vince un match fondamentale in chiave salvezza, Southampton e West Ham non si fanno male: questo, in sintesi, il contenuto delle cinque partite del martedì sera di Premier League.

Nel 16° turno l’Arsenal trova il secondo, prezioso successo consecutivo: Lacazette decide il match sul campo del Brighton. Finisce 1-0, la squadra di Arteta respira: ora è tredicesima, a più 9 dalla zona retrocessione. Brighton quartultimo.

Una rete al 93′ di Rashford regala al Manchester United il successo contro il Wolverhampton al termine di una partita complicata per i Red Devils, che grazie ai 3 punti volano al secondo posto; i Wolwes scivolano invece al dodicesimo.

 

 

 


Leggi anche:

Mourinho chiama Sergio Ramos al Tottenham. Il punto sul calciomercato inglese

Dall’Inghilterra sono sicuri: Zaha al Milan per 40 milioni


Premier League | Pokerissimo del Leeds sul campo del West Brom

Evidentemente le accuse di difensivismo non gli sono piaciute. Bielsa ritrova la sua natura in casa del West Brom, dove il Leeds cala il pokerissimo: apre le marcature l’autogol di Sawyers, quindi arrivano le reti di Alioski, Harrison, Rodrigo e Raphinha. Il Leeds sale all’undicesimo posto, rimane penultima la squadra di Allardyce.

 

 

Basta un gol di Mee al Burnley per avere ragione del fanalino di coda Sheffield United, sempre più ultimo con 2 punti in 16 partite: gli uomini di Dyche si portano al sedicesimo posto. Zero a zero, infine, tra Southampton (nono) e West Ham (decimo).

Leggi anche:

Inter | Ciclone Lukaku | “Sapevo di diventare il migliore al mondo”