Chievo-Venezia 1-1 | Tabellino e pagelle | Highlights | Classifica

Al Bentegodi finisce 1-1: Venezia avanti al 10′ con Forte, pareggio del Chievo al 93′ con Gigliotti. Partita intensa, bene giocata da entrambe le squadre: il pareggio è il risultato più giusto

Chievo e Venezia si sfidano mercoledì sera nella 16a giornata di Serie B (Foto Getty Images)

Gigliotti risponde a Forte: Chievo-Venezia finisce 1-1.

Chievo-Venezia | Il racconto della sfida del Bentegodi

Termina in parità il derby veneto del Bentegodi, e forse è giusto così. Meglio il Venezia nel primo tempo, e il gol di Forte è il giusto premio, cresce il Chievo nella ripresa sino a trovare in pieno recupero il pari con Gigliotti.

Aglietti non cambia, solito 4-4-2 con Ciceretti e Garritano sulle corsie esterne e il tandem offensivo Djordjevic-Fabbro. Zanetti invece mescola le carte, disegnando un 4-3-3 con Forte perno centrale dell’attacco, Johnsen e Di Mariano ai lati.

L’impressione è che a partire meglio sia il Venezia, trova conferma nei fatti. Corre il 10′, la squadra di Zanetti esce magnificamente dalla difesa, con la palla che si sposta velocemente da sinistra a destra: Vacca orchestra, Ferrarini crossa dalla corsia, Forte controlla e con un bel sinistro batte Semper.

Colpito a freddo, il Chievo fatica a reagire. I lagunari, invece, continuano a masticare calcio: possesso palla prolungato ed efficace, clivensi fuori giri. Al 20′ Djordjevic controlla in area, si gira e calcia: alto. Il match si ravviva nel finale di tempo. Prima con la punizione mancina di Ciceretti dal limite, fuori non di molto; quindi Johnsen, partito sul filo del fuorigioco, sfiora il raddoppio. L’ultima occasione capita sul destro di Garritano: fuori.

Nell’intervallo Aglietti ridisegna il Chievo. Fuori Djordjevic e Fabbro, dentro Margiotta e D’Amico per passare al 4-3-3. Il primo squillo è però del Venezia: Johnsen punta il diretto marcatore, lo salta e calcia, Semper respinge e Forte non inquadra lo specchio della porta. Poco dopo il quarto d’ora ci prova Ciceretti, senza fortuna. La partita scorre via col Chievo che prova a riequilibrarla e il Venezia attento nel chiudere gli spazi e pronto a ripartire.

Nel finale la palla dell’1-1 capita a Margiotta, ma Lezzerini respinge. Il pareggio arriva comunque, lo Firma Gigliotti al 93′ sugli sviluppi di un corner.

Chievo-Venezia | Tabellino e Pagelle | Cronaca

CHIEVO-VENEZIA 1-1

GOL 10′ pt Forte, 48′ st Gigliotti.

CHIEVO (4-4-2) Semper 6; Mogos 5,5, Gigliotti 5,5, Leverbe 5,5, Renzetti 6; Ciceretti 5,5 (23′ st De Luca 6), Obi 6 (33′ st Giaccherini 6,5), Palmiero 5 (23′ st Viviani 5,5 ), Garritano 6; Djordjevic 5 (1′ st Margiotta 5,5), Fabbro 5 (1′ st D’Amico 5,5). All. Aglietti 5.

VENEZIA (4-3-3) Lezzerini 6; Ferrarini 7 (17′ st Mazzocchi 6), Modolo 6 (37′ st Svoboda 6,5), Ceccaroni 6,5, Molinaro 6,5; Crnigoj 6 (21′ st Biarkason 6), Vacca 7 (1′ st Fiordilino 6), Capello 6,5; Johnsen 7, Forte 7 (21′ st Bocalon 6), Di Mariano 7. All. Zanetti 7.

ARBITRO Irrati di Pistoia, 6,5.

NOTE Ammoniti Palmiero, Crnigoj. Corner 9-2. Recupero 3 e 5.

PRIMO TEMPO

10′ VENEZIA AVANTI Splendida azione del Venezia, che esce benissimo dalla difesa: la palla si sposta da sinistra a destra, con Vacca che orchestra e Ferrarini che crossa dall’out: Forte con un bel sinistro batte Semper.

Meritatamente avanti il Venezia, più fluido e propositivo: il gol prende forma da una splendida azione corale. Il Chievo patisce lo svantaggio, ma prova a reagire senza, per il momento, rendersi pericoloso.

SECONDO TEMPO

Mescola le carte, Aglietti: inizia la ripresa col 4-3-3, a metà tempo ritorna al 4-4-2. Tante idee, poche occasioni, è, anzi, il Venezia ad andare vicino al raddoppio con un pregevole spunto di Johnsen. Al 75′ Chievo pericoloso con Margiotta.

Classifica

Empoli 31
Salernitana 31
Monza 29
Cittadella 27
SPAL 26
Lecce 25
Frosinone 25
Venezia 24
Pordenone 21
Brescia 21
Chievo Verona 21
Pisa 19
Reggina 17
Vicenza 16
Cosenza 15
Cremonese 15
Reggiana 15
Pescara 13
Virtus Entella 11
Ascoli 10

Chievo-Venezia | Formazioni ufficiali

CHIEVO (4-4-2) Semper; Mogos, Gigliotti, Leverbe, Renzetti; Ciceretti, Obi, Palmiro, Garritano; Djordjevic, Fabbro. All. Aglietti.

VENEZIA (4-3-3) Lezzerini; Ferrarini, Modolo, Ceccaroni, Molinaro; Crnigoj, Vacca, Capello; Johnsen, Forte, Di Mariano. All. Zanetti.

ARBITRO Irrati di Pistoia.

 

 

 


Leggi anche: Governance dello sport, Spadafora: “Riproporrò il decreto al consiglio dei ministri. Niente tifosi negli stadi a gennaio”

Leggi anche:Udinese, Pussetto: “In Friuli mi sento a casa”


Chievo-Venezia | La presentazione della sfida

Il Chievo per ritrovare una vittoria che manca dall’11 dicembre e ritornare in zona playoff, il Venezia per lasciarsi alle spalle il ko casalingo con la capolista Salernitana e riprendere a sognare: è un derby denso di contenuti quello che andrà in scena tra poco allo stadio Bentegodi nella 16a giornata di Serie B. Calcio d’inizio alle 21.

I gialloblu di Alfredo Aglietti vi arrivano col desiderio di migliorare una classifica fin qui sotto le aspettative, visto il nono posto con 20 punti e due partite da recuperare. Nell’ultimo turno i clivensi non sono scesi in campo contro il Cittadella, causa Covid-19. In casa hanno ottenuto 3 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta, 9 i gol segnati, 5 quelli subiti.

Gli arancioneroverdi di Paolo Zanetti sono la sorpresa di questo primo scorcio di Serie B. Giocano un calcio propositivo e produttivo: ottavo posto a quota 23. Lontano dal Penzo hanno vinto 2 volte, pareggiato 4 e perso 1. Nove le reti all’attivo, 7 quelle subite. Un periodo complicato, quello attuale, per i lagunari, che nelle ultime 5 hanno conquistato 5 punti.

Di fronte due allenatori con percorsi diversi. L’esperto Aglietti proverà a imbrogliare la creatività tattica dell’astro nascente Zanetti, che ha dimostrato di avere una rilevante capacità nel mutare – anche in corsa – il vestito della sua squadra. E’ un derby, infine, e come tale è atteso: saranno 90 minuti (e più) intensi, al Bentegodi.

Chievo-Venezia | Probabili formazioni

Aglietti dovrebbe schierare ancora il Chievo secondo i dettami del 4-4-2, con il tandem offensivo formato da Djordjevic e Fabbro. Sulle corsie esterne spazio a Ciceretti e Garritano.

Non dovrebbe discostarsi dall’abituale 4-3-1-2 Zanetti, che dovrebbe puntare su un tridente offensivo composto da Bocalon e Forte, con Aramu pronto a inventare.

CHIEVO VERONA (4-4-2) Semper; Mogos, Gigliotti, Leverbe, Cotali; Ciceretti, Obi, Palmiro, Garritano; Djordjevic, Fabbro. All. Aglietti.

VENEZIA (4-3-1-2) Lezzerini; Mazzocchi, Ceccaroni, Svodoba, Felicioli; Fiordilino, Taugourdeau, Bjarkason; Aramu; Bocalon, Forte. All. Zanetti.

ARBITRO Irrati di Pistoia.

Chievo-Venezia | Precedenti e curiosità

Sono 18 i precedenti tra Chievo e Venezia: 5 vittorie per parte e 8 pareggi. I clivensi hanno realizzato 19 reti, 18 quelle segnate dai lagunari.

Il portale Opta riporta alcune curiosità sul match del Bentegodi. Dopo una serie di quattro pareggi in cinque scontri diretti in Serie B, Chievo e Venezia non hanno mai diviso la posta in palio nei cinque più recenti: due vittorie e tre sconfitte per i gialloblù.

Il Chievo ha perso l’ultima partita casalinga di Serie B contro il Venezia, dopo che nelle precedenti cinque aveva ottenuto tre vittorie e due pareggi. Il Chievo arriva da tre pareggi consecutivi in Serie B e non ne registra di più di fila nella competizione da aprile 2001.

Leggi anche: Donnarumma, il Milan offre un contratto da 7 milioni a stagione