Ascoli, Sottil: “Tutti hanno risposto presente, spirito giusto contro l’Empoli”

L’allenatore dell’Ascoli Sottil commenta il pareggio 1-1 con l’Empoli. È la seconda partita in bianconero per il tecnico, che oltre a promuovere la prestazione dei singoli giocatori, fa anche un primo bilancio del suo arrivo in squadra.

Ascoli, l'allenatore Andrea Sottil a bordocampo durante la partita con la SPAL, 27 dicembre 2020 (foto © Ascoli Calcio 1898)
Ascoli, l’allenatore Andrea Sottil a bordocampo durante la partita con la SPAL, 27 dicembre 2020 (foto © Ascoli Calcio 1898)

Indubbiamente l’Ascoli di Andrea Sottil ha giocato contro l’Empoli una partita eccellente: gli avversari, come ammesso dall’allenatore AzzurroDionisi, non si aspettavano di trovare una squadra così organica ed aggressiva in campo. Soprattutto, i bianconeri sono stati capaci di prendersi il centrocampo, rendendo la manovra molto difficile per i toscani che hanno dovuto usare spesso i passaggi lunghi.

Sottil si mostra parzialmente soddisfatto ai microfoni di Dazn: “Sono dispiaciuto per i ragazzi, perché avrebbero meritato la vittoria per quello che si è visto sul campo. Abbiamo collezionato più palle gol, su tutte quella di Bajic a inizio secondo tempo. Ma ci siamo anche difesi con ordine. Peccato per l’1-1 dell’Empoli: in occasione del corner, loro avevano in area cinque uomini sopra il metro e novanta“.

Il primo bilancio di Andrea Sottil sull’Ascoli dopo due gare

Sottil esprime anche soddisfazione per il cambio di marcia della squadra dal suo arrivo: “La squadra in queste due gare non ha avuto cali di concentrazione. I ragazzi hanno messo in moto l’autostima: quando vai in campo con la testa sgombra da pensieri, è tutto più semplice. Stasera non abbiamo mai disdegnato di attaccare. Adesso non perdiamo di vista lo scontro diretto in casa con la Reggina, con cui dobbiamo fare una grande prestazione”.


Leggi anche:


Poi il tecnico dell’Ascoli tesse le lodi delle qualità dei singoli: “Non mi sorprendo dell’immediata reazione della squadra alle mie istruzioni. All’Ascoli ci sono giocatori di spessore, che hanno giocato anche in A o vengono da categorie importanti. C’è ancora tanto da lavorare, ma siamo sulla strada giusta: lo abbiamo dimostrato stasera con il giusto approccio e mentalità contro una squadra costruita per vincere il campionato“.

Anche le pagelle di Sottil vedono tutti promossi a pieni voti. Il tecnico vede un futuro roseo per la squadra: “Saric è uscito per affaticamento. Lo stesso discorso vale per Bajic: stanno accumulando molti minuti, è normale. Rispetto alla SPAL ho schierato dal 1’ Tofanari, Gerbo e Pierini, devo fare i complimenti a tutti e tre. Tofanari all’esordio ha fatto una gran partita, lo stesso Gerbo e Pierini. Faccio anche i complimenti anche ai subentrati come Tupta, Eramo, Chiricò, Cavion. Tutti hanno risposto presente: è questo lo spirito giusto”.