Chievo | Aglietti: “Vittoria meritata, contento per Bertagnoli”

Aglietti applaude la sua squadra dopo la vittoria sul campo della Cremonese. Gol meritato per il centrocampista, che guida i suoi verso un nuovo successo.

aglietti meteoweek
Alfredo Aglietti – meteoweek.com (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images for Lega Serie B)

Alfredo Aglietti si gode la prima vittoria del 2021, al debutto del nuovo anno. Il suo Chievo ha tirato fuori una delle migliori prove della stagione, portando a casa una vittoria meritata dal campo della Cremonese. Un gol per tempo, con il calcio di rigore conquistato e trasformato da Emanuele Giaccherini nel primo e la stoccata vincente di Massimo Bertagnoli nella ripresa. Il tecnico della formazione veronese ha potuto vedere una squadra quasi perfetta, capace di non subire praticamente nulla in difesa e di trovare finalmente un po’ di cinismo là davanti.

E proprio dalle dichiarazioni in sala stampa, Aglietti fa trapelare tutta la soddisfazione per una prova completa da parte del suo Chievo: “La Cremonese ci aspettava, nei primi dieci minuti abbiamo sofferto le loro ripartenze ma poi abbiamo preso le misure. La vittoria per me è meritata, anche se forse avremmo potuto chiudere prima la partita con le occasioni che abbiamo avuto“. Al di là della prestazione, Aglietti pone l’accento sull’importanza della vittoria: “Oggi era importante tornare alla vittoria dopo tutti questi pareggi, ma quando vinci prendono consistenza anche i pareggi. Il nostro deve essere un campionato in cui non dobbiamo darci pressioni. Dobbiamo solo giocare e toglierci qualche soddisfazione“.

Il Chievo sceso in campo a Cremona era un po’ diverso sul piano tattico rispetto alle gare precedenti. Aglietti ha spiegato la sua scelta, puramente legata al modo in cui si aspettava di trovare la Cremonese: “L’ho deciso per la qualità dei trequartisti, sapevo che la Cremonese avrebbe giocato molto bassa e volevo uscire col fraseggio saltando l’uomo. Pensavo che giocassero con il vertice basso e cercavo un punto di riferimento in più in fase di non possesso. Abbiamo lavorato molto bene col pallone tra i piedi, tutti hanno lavorato bene, così come De Luca“.

Aglietti si gode Bertagnoli

Tra i grandi protagonisti della partita vinta a Cremona, come detto, c’è anche Massimo Bertagnoli. Ritorno in campo e ritorno al gol per il centrocampista di mister Aglietti, dopo un periodo di stop per infortunio. Una rete meritata, soprattutto per il percorso intrapreso durante la degenza: “Ha preso la mira dopo il palo con la Salernitana (ride, ndr). Ci era mancato, ha caratteristiche rispetto agli altri. Può fare sia la mezzala che l’esterno, è un giocatore importante per noi. Ha trovato il gol, ci prova spesso ed è uno dei pochi. Ha avuto mesi difficili, sono contento“.

Leggi anche -> Cremonese-Chievo 0-2 | Decidono Giaccherini e Bertagnoli| Cronaca | Tabellino | Classifica

Il risultato odierno è importante anche per godersi appieno i giorni di stop, previsti dalla sosta del campionato. Aglietti lo sa e approfitta di questa pausa per sottolineare alcuni piccoli difetti del suo Chievo: “Stiamo sereni, lavoriamo e basta. Ora i ragazzi potranno staccare per qualche giorno, era importante farlo con un risultato del genere. I pochi gol subiti fanno parte della fase difensiva, la squadra lavora bene in fase di non possesso. A volte si fanno degli errori che si pagano, a volte facciamo ottime partite come quella di oggi. Con il passare del tempo potremmo anche fare qualche gol in più“.

Leggi anche -> Il Pescara espugna Reggio Emilia in nove | Tabellino | Cronaca | Classifica

La sosta permette anche di fare un breve bilancio della porzione di stagione fin qui disputata dal Chievo. Aglietti sottolinea quanto di buono ha fatto una squadra che, a dispetto di un organico non da grande squadra, sta facendo vedere buone cose. “Quest’anno il campionato è bello – ha detto – , ci sono squadre di spessore con giocatori forti, alcuni abituati anche a giocare in serie A. È molto difficile quest’anno. A volte si guarda ai pareggi con la bocca storta, ma ogni tanto anche le squadre più importanti cadono, così come possono avere un filotto di risultati positivi. Dipende da tante cose, è importante anche muovere la classifica e farsi trovare pronti. Noi non abbiamo l’organico delle prime della classe, ma con questo atteggiamento potremo toglierci delle soddisfazioni“.