Cosenza | L’amarezza di Occhiuzzi dopo la sconfitta contro l’Empoli: “Rigore ci ha penalizzato”

Il Cosenza allenato da Roberto Occhiuzzi non riesce a fare punti in casa e perde ancora una volta contro un Empoli cinico e assolutamente spietato. I toscani vincono la gara grazie ai gol di Olivieri su un rigore contestato dai calabresi e nel finale dal sigillo firmato Mancuso.

Roberto Occhiuzzi
Roberto Occhiuzzi in conferenza stampa (foto credit Cosenza Calcio)

Il Cosenza adesso osserverà un periodo di riposo prima della ripartenza del torneo. Sabato 16 gennaio, infatti, i calabresi visiteranno il Monza. Un match difficile, l’ennesimo di una stagione che non sta girando per il verso giusto.

La conferenza post-gara di Occhiuzzi dopo Cosenza-Empoli

Roberto Occhiuzzi ha analizzato nel dopo partita il match giocato al “San Vito-Gigi Marulla”. Il mister parla subito del penalty concesso all’Empoli, ma non solo. “Ci sono due errori arbitrali piuttosto evidenti – commenta Occhiuzzi – sui gol subiti. Secondo me gli arbitri hanno bisogno del VAR. Tiritiello tocca nettamente la palla, il rigore ci ha penalizzato. Sul secondo gol c’è un fallo su Ba che nessuno ha evidenziato. Gli arbitri fanno il loro lavoro, ma hanno bisogno di un supporto”.

Un inizio di gara non eccellente condito da una prestazione offensiva molto sterile, eccezion fatta per le due traverse di Sacko e Vera (deviata da un calciatore della formazione toscana). “Oggi i numeri dicono che siamo in una zona pericolosa. La squadra si è impegnata – continua il tecnico del Cosenza – e devo dire che abbiamo colpiti due legni contro la capolista”. E ovvio che l’attenzione cade subito sul calciomercato e sulla necessità di cambiare urgentemente marcia. “Faremo le opportune valutazioni, ci teniamo a mantenere la categoria. Qui c’è l’abitudine ad analizzare i dati impietosi e non quelli più rassicuranti. Ho dei giocatori di categoria che danno l’anima“.

Il calciomercato è iniziato e il Cosenza sarà chiamato a un lavoro certosino per colmare le gravi lacune riscontate durante il girone d’andata ormai verso la conclusione.