Categorie
Altri Sport Sport

Benedetta Pilato si svela | “Amo nuotare, ma voglio fare il medico”

L’astro nascente del nuoto italiano rende note le sue condizioni: “Sono in isolamento da 16 giorni”. E sul futuro, Benedetta Pilato non si scompone: “Alle Olimpiadi punto alle semifinali”.

benedetta pilato
Benedetta Pilato – meteoweek.com (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Una grande atleta, seppur ancora molto giovane, ma con una testa ben salda sulle spalle. Benedetta Pilato non fa voli pindarici per una carriera in vasca che è cominciata da poco ad alti livelli, ma ha già portato ottimi risultati. Al momento l’azzurra si trova in isolamento dopo la positività al Covid. E in un’intervista rilasciata per Repubblica svela tutto il suo rammarico per la situazione: “Sto da 16 giorni in quarantena, ho dormito tanto. E dire che avevo cercato di stare riparata il più possibile in vista delle gare, invece mi sono ammalata proprio lì“.

Benedetta Pilato è consapevole che il movimento sportivo italiano – non solo il nuoto – è penalizzato dai problemi strutturali. Il suo augurio è quello di avere a disposizione strutture ed edifici più adatti ai sogni e alla crescita da atleta: “Sono certa che con delle strutture più adeguate ci possa essere molto più movimento. Molti ragazzi riuscirebbero a esprimersi meglio e a uscire fuori. Spero che nei prossimi anni le cose possano cambiare, magari anche attraverso i miei risultati. Forse per i Giochi del Mediterraneo del 2026 potremo avere una vasca da 50, ma è ancora presto per saperlo“.

Ma come abbiamo detto, Benedetta è una ragazza con i piedi per terra. Così fa capire di non avere grosse aspettative per i Giochi Olimpici: “Punto alle semifinali. Poi incrocerò le dita. Se posso battere Lilly King? In vasca lunga non c’è storia. Altre avversarie? Non ne ho idea“. Anche perchè ai Giochi di Tokyo mancano ancora diversi mesi e c’è tempo per affinare la preparazione: “Per ora le Olimpiadi saranno un traguardo quando ci arriverò e, anche se è brutto dirlo, complice la pandemia e il rinvio di un anno, ce l’ho fatta, ho avuto tempo di lavorare e migliorami tanto. I Giochi saranno poi un punto di partenza. Anche se il nuoto per resta un hobby“.

Benedetta in vasca – meteoweek.com (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

Leggi anche -> Nuoto, Elena Di Liddo positiva al Covid | Anche Benedetta Pilato in quarantena

Tra le altre cose, almeno per il momento il nuoto non sembra essere l’unica priorità nella sua vita. “Sto cercando di prendere tutto con leggerezza perché nuotare non è ancora il mio lavoro – svela Benedetta Pilato – . È divertimento come lo era sin da quand’ero piccola ed è ancora così. Vedremo in futuro“. Lei rappresenta la punta di diamante della new generation del nuoto azzurro. Ma perchè non c’è la stessa spinta dagli uomini? “Alla mia età noi femmine siamo molto più avanti dei maschi. Poi, in effetti, se penso alla nazionale, non ci sono allenatrici donne. È tipicamente italiano: il coach di Adam Peaty è una donna“.

Leggi anche -> Federica Pellegrini applaude il Papa | “Lealtà e sacrificio fondamentali”

Tornando alle sue ambizioni per il futuro, Benedetta Pilato svela il suo sogno. Un sogno che poco o nulla ha a che fare con quella vasca in cui finora sta eccellendo: “Il medico, un sogno irrealizzabile, solo per prepararmi ai test sarebbe impossibile specie in questi anni in cui i miei risultati nel nuoto sono buoni. Per ora sono al 3° scientifico, mi piacciono chimica, informatica, disegno tecnico. Vuol dire che all’università sceglierò qualcos’altro che ancora non so. Chi ha intrapreso medicina alla mia età – conclude – non aveva i miei risultati in vasca“.