Fiorentina | Cesare Prandelli | “Possiamo far male alla Lazio”

L’allenatore della Fiorentina, Cesare Prandelli, ha presentato in conferenza stampa la gara contro la Lazio. Scopri le dichiarazioni del tecnico viola.

Cesare Prandelli(Photo by Gabriele Maltinti_Getty Images)

L’epifania porta la trasferta in casa Lazio per la Fiorentina. Ecco le dichiarazioni di Cesare Prandelli in conferenza alla vigilia della sfida dell’Olimpico.

LEGGI ANCHE ->Lazio-Fiorentina | Diretta streaming | Live match | Dove vedere la partita

LEGGI ANCHE ->Lazio | Simone Inzaghi | “Niente alibi con la Fiorentina”

Le dichiarazioni di Prandelli

Domani la Lazio. Giocare con le big è più semplice per voi?È chiaro che quando giochi contro grandi squadre, devi essere ordinato e bravo. Quando conquisti palla devi essere determinato a ribaltare sulla transizione. Dobbiamo essere consapevoli di poter essere in grado di far male anche alla Lazio”

Pochi gol segnati ma ottima difesa :“Le partite vanno lette, col Bologna abbiamo avuto delle ottime opportunità ma nessuna squadra crea montagne di palle gol. Dobbiamo riempire meglio l’area”.

Duncan come sta? È fra i giocatori scontenti?“Ha sempre lavorato bene, poi ha avuto un problema muscolare e adesso sta bene ed è disponibile. I giocatori scontenti ci sono in tutte le squadre, noi forse ne abbiamo qualcuno in più perché abbiamo tanti giocatori. Se qualcuno vuole andare a giocare in un’altra squadra lo può dire, chiaramente non vorrei prestiti o scambi con giocatori scontenti di altre squadre”.

Il ruolo di Ribery? Serve qualcosa dal mercato?“Ho massimo rispetto per il lavoro della società, ma dobbiamo pensare solo a quello che abbiamo. Al momento non abbiamo un vice-Ribery, quando mancherà dobbiamo inventare l’attacco con giocatori con caratteristiche diverse”.

Callejon?“Josè si sta allenando con noi con professionalità ma non si cambia una strada dall’oggi al domani. Questa squadra deve avere delle sicurezze e dunque ha bisogno di continuità”.

Si aspetta un salto qualitativo da chi parte dalla panchina?“È un tema interessante, i cambi possono essere un valore aggiunto e cambiare l’andamento della gara. I cambi spesso sono fatti per migliorare, non per demerito. Chiedo alla mia squadra di dare sempre il massimo, se poi il 100% sono 60 minuti, applaudiamo il giocatore e lo ringraziamo”.

Come sta Borja Valero?“Borja per me è un titolare, poi se gioca o meno dipende anche dall’avversario. Lui è sempre mentalmente positivo, è un titolare come gli altri”.

La Lazio? “È una squadra che gioca insieme da tanti anni. Hanno fiducia ed hanno 3-4 giocatori sopra la media. È una squadra pericolosa, non a caso è in Champions League. Complimenti a Inzaghi e alla società, una squadra organizzata e con idee”.

Alla Fiorentina manca un “Liverani” come ai suoi tempi?“Il calcio è sempre in evoluzione, i principi li puoi scomporre ma alla fine devi capire dove puoi costruire. Molti giocatori difensivi hanno proprietà di palleggio, la figura come era Fabio ora sta scemando… anche se disponi di un fuoriclasse come era lui tutto cambia”.

Cosa manca alla Fiorentina per imporre il proprio gioco con maggiore continuità?“In Italia solo 3-4 squadre possono imporre il proprio gioco, le altre si devono adattare. Una squadra come la nostra, che ha una potenzialità nel chiudere gli spazi, deve avere continuità. Devi avere poche idee ma chiare ed interpretarle al 100%”.

Chiusura di conferenza sui problemi che sta incontrando Kouame:“Non ci sono problemi particolari. Dal punto di vista fisico sta bene. Deve trovare più convinzione quando arriva in area di rigore. Deve essere più cattivo anche nelle partitelle di allenamento. Per gli attaccanti la cosa più importante è fare gol, quello che gli chiedo è la fase realizzativa”.