Benevento | Inzaghi: “Stiamo facendo qualcosa di straordinario”

IlBenevento è tornato alla vittoria dopo la sconfitta maturata domenica contro il Milan. I giallorossi, nel lunch match del sedicesimo turno di Serie A, hanno battuto il Cagliari. Il tecnico Filippo Inzaghi ha commentato in conferenza stampa la prestazione dei suoi al termine del match.

inzaghi benevento meteoweek
Filippo Inzaghi, allenatore del Benevento – meteoweek.com (Photo by Getty Images)

Il Benevento ha battuto in rimonta il Cagliari nel lunch match della sedicesima giornata del campionato di Serie A. I giallorossi erano andati in svantaggio a causa di un gol di Joao Pedro, ma a pochi istanti dal termine del primo tempo hanno ribaltato il risultato grazie alle reti dell’ex Sau e di Tuia. La squadra sorpresa della stagione, in questo modo, sale a quota 21 al decimo posto della classifica.

Benevento, parla Inzaghi

Queste le dichiarazioni rilasciate dal tecnico Filippo Inzaghi, riportate dai colleghi di Ottopagine: “Questa squadra sta sorprendendo anche me. Sono risultati importanti, basti pensare all’attacco che avevamo contro. Non dobbiamo montarci la testa volando sempre basso, ma faccio fatica a trovare aggettivi in questo momento. Al nostro obiettivo mancano 19 punti, sarà difficile ma sono felice di vedere una squadra vera. Il nostro portiere non è stato mai impegnato contro giocatori formidabili. Questo è sinonimo di un grande crescendo. Ciò che mi lascia più soddisfatto è che questa squadra è cresciuta in maniera esponenziale nella gestione delle partite. Dobbiamo dare maggiore fiducia a questi ragazzi, perché già con il Milan ne ho sentite parecchie. Questi ragazzi stanno facendo un qualcosa di straordinario. Oggi la cosa più bella è stata la risposta di Sau, sapevo che era una garanzia e sono molto felice per lui“.

Inzaghi ha detto che il suo Benevento deve ancora dimostrare tanto e non può fermarsi adesso: “Non abbiamo fatto ancora nulla. So benissimo com’è questo campionato. Adesso vedremo, poi sono certo che questa società non si farà trovare impreparata in caso di possibili rinforzi. Non è facile andare a inserire i tasselli giusti all’interno di un gruppo speciale“. Un commento anche sul Cagliari, annichilito dopo essere passato in vantaggio: “Sapevamo che potevamo metterli in difficoltà. Non abbiamo avuto a disposizione molti allenamenti per preparare questa partita. Nonostante tutto ci sono state delle occasioni clamorose, come quelle di Sau e Di Serio. Abbiamo rischiato poco, pur mantenendo una certa pericolisità: credo che questo sia il segreto del successo“.

Leggi anche -> Cagliari-Benevento 1-2 | Tabellino | Classifica | Highlights

Le parole di Tuia e Sau

Sau celebra il gol dell’ex – meteoweeek.com (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Per Marco Sau è stata una partita particolare. È tornato nella sua Sardegna e ha anche segnato un gol importante, quello del pareggio. Ecco le sue parole: “Per me era un’emozione particolare, ci tenevo a fare bene. Il gol è arrivato. Dispiace averlo fatto con il Cagliari, ma ora gioco per il Benevento e sono contento di aver contribuito alla conquista del successo. Sicuramente non era una partita facile. Loro hanno grande qualità e sono reduci da un momento difficile, non era affatto facile ribaltarla e portare a casa il risultato. Bene così. Questi sono punti che valgono doppio, andiamo avanti per la nostra strada“.

Leggi anche -> Cagliari | Di Francesco: “Non è andata come volevo, serve aiuto dal mercato”

A fine partita ha parlato anche Alessandro Tuia. Il centrale di scuola Lazio è stato il match-winner con la sua rete prima dell’intervallo e ha espresso la sua soddisfazione per il successo della Strega: “Con il Milan non è stata una delle mie partite più brillanti. Fortunatamente abbiamo giocato subito, rimuovendo più in fretta quanto accaduto. Quello di oggi è stato un grande Benevento, forse l’approccio non è stato ottimale ma ci siamo ben comportati portando a casa una partita importantissima. Affrontavamo una squadra in piena crisi, quindi ci aspettavamo un atteggiamento battagliero: eravamo preparati sotto questo punto di vista. Dopo il vantaggio siamo stati bravi a tenere botta la loro voglia di ribaltare la situazione. La mia condizione? Sento un po’ di fastidio, ma spero non sia nulla di grave“.