Sassuolo | De Zerbi: “Sono contento, abbiamo reagito bene”

Il tecnico neroverde si gode una squadra capace di mettersi alle spalle il ko di Bergamo. De Zerbi presenta anche la sfida contro la Juventus: “Non possiamo paragonarci a loro”.

 

de zerbi
Roberto De Zerbi – meteoweek.com (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Roberto De Zerbi si gode un Sassuolo capace di reagire e di tornare alla vittoria. Dopo la scoppola patita tre giorni fa sul campo dell’Atalanta, la formazione neroverde riesce ad avere la meglio sul Genoa. Non era una partita semplice, al cospetto di una squadra in forma e in fiducia sul piano mentale, ma il Sassuolo ha tirato fuori una prova di orgoglio. Una prestazione che rende certamente fiero l’allenatore bresciano, che al termine della partita svela le sue sensazioni positive in conferenza stampa.

De Zerbi ha fatto il punto della situazione, svelando tutto il suo orgoglio. Anche perchè non era facile giocare e vincere con autorità oggi: “Dopo sedici partite abbiamo ottenuto otto vittorie, cinque pareggi e tre sconfitte. Vuol dire che stiamo facendo bene. La cosa più bella è che tutti i segnali che sto ottenendo sono segnali di maturazione della squadra. Quella di oggi è stata una delle più belle partite da quando sono qui. Parlo a 360 gradi, perchè il campo era in brutte condizioni e abbiamo comunque giocato bene“.

Il tecnico del Sassuolo ci ha tenuto a sottolineare tutte le insidie di una partita del genere. Sia per il trascorso dei neroverdi, reduci dalle cinque sberle prese a Bergamo, sia per il rendimento recente del Grifone, che nelle ultime due gare aveva ottenuto quattro punti. “L’avversario di oggi era temibile – ammette De Zerbi – , il Genoa si è difeso basso per poi cercare di ripartire. Nonostante questo non abbiamo quasi mai rischiato. E poi volevamo vincere dopo la sconfitta di Bergamo, secondo me la reazione è arrivata“.

De Zerbi applaude il Sassuolo

De Zerbi dunque ci tiene a sottolineare che la sua squadra abbia tirato fuori una bella prova. Soprattutto sul piano del gioco, che non è mai mancato in una gara complicata sotto tutti gli aspetti: “Io credo che il Sassuolo sia stato anche bello. Io devo essere obiettivo, se dopo aver fatto partite migliori di questa sul piano del gioco vuol dire creare delle aspettative eccessive da parte di chi ci guarda, non è affar mio. Io continuo a dire che oggi abbiamo giocato bene“.

Leggi anche -> Sassuolo-Genoa 2-1 | Decide Raspadori | Cronaca | Tabellino | Classifica | Highlights

Il tecnico ha voluto sottolineare anche gli ingressi a partita in corso. Si tratta di giocatori importanti che hanno dato un buon apporto, nonostante non fossero ancora al top della forma: “Bourabia e Obiang sono entrati molto bene in partita, ma anche Traore e Raspadori. Defrel sta pian piano arrivando al 100%, per noi è un giocatore importantissimo perchè è uno che sposta tanto, così come Caputo e Magnanelli. Prima recupereremo questi giocatori sul piano della condizione, e prima potremo migliorare come squadra. Del risultato non parlo perchè è la conseguenza del lavoro, ma i margini di miglioramento ci sono ancora“.

Leggi anche -> Genoa | Ballardini: “Oggi non meritavamo di perdere”

E poi c’è il prossimo impegno del Sassuolo, atteso dalla trasferta sul campo della Juventus. Quando a De Zerbi viene chiesto se si può pensare a una gara alla pari, il mister tira il freno: “Con la Juve non giochiamo ad armi pari perchè loro rimangono la Juve e noi siamo pur sempre il Sassuolo. Non ci vergogniamo a guardare la classifica perchè nessuno ci ha regalato niente. Ce la teniamo stretta, penso che ce la siamo meritata ma dobbiamo continuare a pensare gara dopo gara per rincorrere la posizione di classifica migliore, oppure possiamo difendere quella attuale restando noi stessi“.