Mercato Juve | Dopo il “no” di Quagliarella è sfida Pellè-Pavoletti

Juve a caccia di un attaccante sul mercato: Graziano Pellè e Leonardo Pavoletti, quotazioni in rialzo nel borsino bianconero dopo l’impossibilità di arrivare a Quagliarella

Pellè (Photo by Claudio Villa/Getty Images)
Pellè (Photo by Claudio Villa/Getty Images)

Dopo l’importantissima vittoria di San Siro contro il Milan la Juve torna a pensare al mercato ed è sempre più caccia alla quarta punta che completerà il reparto offensivo con Dybala, Morata e Cristiano Ronaldo. Per la seconda parte di stagione e le sfide di Champions ci sarà certamente bisogno di ricambi di qualità in panchina e la sfida di Milano l’ha dimostrato: Kulusevski e McKennie, ieri sera, hanno fatto nettamente la differenza a centrocampo subentrando a partita in corso. Mister Pirlo si aspetta che le staffette funzionino anche in attacco, dove i “big” hanno spesso bisogno di rifiatare. Un piccolo segnale è arrivato persino da Cristiano Ronaldo, che sembra “soffrire” le partite sovra-ritmo ed è apparso in ombra sia con l’Atalanta che col Milan.

Mercato Juve, quotazioni in rialzo per Pellè

Oggi è meglio dire “chi era”: Fabio Quagliarella.E’ notizia di oggi il suo “no grazie” alla Juventus. Nel borsino delle attuali occasioni di mercato è quindi Graziano Pellè il giocatore più vicino alla Juve e il motivo è molto semplice: a differenza di Milik e Llorente è libero, può firmare subito e ha grandi motivazioni per il suo ritorno in Italia dopo tanti anni in Cina. La seconda possibilità più vicina alla concretezza è Leonardo Pavoletti: caratteristiche diverse rispetto a Morata, Ronaldo e Dybala ed un potenziale grande entusiasmo nel compiere il salto in carriera trasferendosi dal Cagliari alla Juventus. Resta la difficoltà per i sardi di privarsi di un elemento fondamentale per l’attacco. Oltretutto la classifica non fa stare proprio tranquilli nell’ottica di sradicare il reparto offensivo.

Gli attaccanti del Napoli Milik e Llorente, come si è già detto, hanno il vincolo della scadenza del contratto a breve. In più due problemi: De Laurentis è deciso a non rinforzare una rivale nella corsa ai piani alti della classifica e la Juve vuole chiudere un’operazione low cost, quindi non sarebbe intenzionata a sborsare una cifra come quella richiesta per Milik (15 milioni). Di fatti a giugno 2021 potrebbero acquistarlo a zero. Giroud? Piace alla Juve, non ci sono dubbi, ma al Chelsea gioca e segna. I tabloid inglesi continuano a insistere: “Dopo questo ritrovato entusiasmo non andrà mai in Italia per fare la riserva di Morata”.