Juve | Pirlo sfida il Sassuolo: “Demiral più pronto di Chiellini. E Chiesa…”

Domenica sera alle 20.45 Juve-Sassuolo: il tecnico Pirlo sembra anticipare le sue mosse in difesa…

Pirlo (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Pirlo (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)Dopo la convincente vittoria contro il Milan la Juve trova un altro avversario insidioso sulla sua strada. Il Sassuolo, infatti, ha solo un punto in meno dei bianconeri ed è reduce da una stagione 2019/20 chiusa all’ottavo posto. Oggi il club neroverde sta scrivendo un nuovo trend verso l’alto ed è addirittura quinto. Nelle ultime ore sono arrivate le notizie riguardanti l’assenza di De Ligt tra i bianconeri (è positivo al Covid) e di Berardi tra le fila del Sassuolo (fastidio muscolare).

Così Pirlo alla vigilia del match in programma alle 20.45 a Torino: “Domani sarà una gara difficile. Loro sono un’ottima squadra, giocano insieme da qualche anno, hanno un bravo allenatore molto bravo nella parte di costruzione del gioco. Dovremo essere molto attenti in fase di non possesso e non concedere varchi perché sono bravi ad uscire sulla pressione avversaria. Il Milan? Chi è primo in classifica è la squadra da battere, ma noi ci prendiamo le responsabilità. Vinciamo lo scudetto da 9 anni, sappiamo che c’è pressione ma la squadra da battere è sempre quella che è prima. Contro il Milan è stata una vittoria importante in un momento delicato ma se non vinciamo domani non è servita a niente. La partita successiva è sempre la più importante, domani incontriamo un’ottima squadra ma senza risultato la gara di San Siro passa in secondo piano”.

Pirlo alla vigilia di Juve-Sassuolo: “Dopo i nostri gol minuti con testa tra le nuvole”

L’enigma difensivo: chi al posto di De Ligt? “Stanno abbastanza bene entrambi, Demiral è più pronto. Può partite titolare. Giorgio sta molto meglio, si sta allenando con grande continuità e presto potrà partire dall’inizio anche lui. Dove possiamo migliorare? Chiedo di migliorare nella forza mentale anche se c’è sempre da fare meglio in qualsiasi ambito. Quando facciamo gol abbiamo minuti con la testa tra le nuvole. Chiedo maggiore concentrazione, i primi momenti dopo il gol sono i più importanti”.

Continua Pirlo: “Kulusevski? Sta bene, a San Siro è entrato finalmente bene e gli ho fatto i complimenti, ho rivisto quello di inizio stagione. Domani vedremo se partirà dall’inizio. Potrebbe essere un’arma in più durante la partita. L’assenza di De Ligt? Il Covid condiziona me come tutti gli altri allenatori. Dobbiamo andare avanti, il calcio va avanti, fa parte della vita di tutti i cittadini. Pensiamo a lavorare con quelli che abbiamo, i problemi sono altri. Morata? Sta meglio, si è allenato a parte ma ha fatto qualcosa in più. Vedremo domattina se portarlo almeno in panchina per farlo essere a disposizione a gara in corso. Chiesa invece siamo riusciti a recuperarlo”.