Categorie
Basket Sport

NBA | James e Curry tirano la carretta | Vincono Houston e Boston

Nella notte dei campioni salgono in cattedra LeBron James e Steph Curry. La stella dei Lakers decisivo nella vittoria su Chicago. Il numero 30 si vendica dei Los Angeles Clippers.

lebron james meteoweek
LeBron James – meteoweek.com (Photo by Getty Images)

Le dieci partite giocate nella notte in NBA hanno visto tanti risultati molto interessanti, ma anche una serie di grandi giocatori che si sono espressi al meglio. Tra questi spicca senza dubbio LeBron James, che con la sua ennesima grande prestazione ha trascinato i Los Angeles Lakers alla vittoria contro i Chicago Bulls. Ma anche Steph Curry è riuscito a risaltare ancora una volta. I suoi Golden State Warriors sono riusciti a vendicarsi dei Los Angeles Clippers, dopo la sconfitta patita due giorni fa contro la squadra guidata da Tyronn Lue.

Sugli altri parquet una sontuosa doppia doppia di James Harden agevola la vittoria degli Houston Rockets in casa contro gli Orlando Magic, sempre più allo sbando dopo l’ottimo inizio. I Boston Celtics vincono lo scontro diretto a Est contro i Washington Wizards con una grande spinta data dal solito Jayson Tatum. Per concludere i decimati Brooklyn Nets cedono il passo lontano da casa ai Memphis Grizzlies, mentre gli Utah Jazz stravincono in casa dei Milwaukee Bucks nonostante un grande Giannis Antetokounmpo.

Curry e James sugli scudi

LeBron James continua a essere il centro nevralgico delle emozioni e del ritmo dei Los Angeles Lakers, in questa prima parte della stagione. Il fuoriclasse nativo di Akron è ancora una volta decisivo per la vittoria dei detentori dell’anello, in casa contro i Chicago Bulls. La franchigia dell’Illinois è particolarmente in forma, ma ben poco ha potuto al cospetto del Prescelto, autore di una grande prova. 28 punti, sette rimbalzi e altrettanti assist per LBJ, che nonostante l’assenza del “gemello” Anthony Davis porta a casa la vittoria. E poco importa se i Bulls – a loro volta privi di Markkanen – sfoderano uno Zach LaVine da antologia: 38 punti con 14/22 per l’ex Minnesota.

Passiamo a San Francisco, dove i Golden State Warriors sono scesi sul parquet di casa con un solo mantra: vendichiamoci. Proprio così, perchè i Los Angeles Clippers due giorni fa hanno messo a nudo le carenze di Steph Curry e compagni. Ma non bisogna mai giocare con il cuore e il coraggio di un campione. E proprio Curry è il grande protagonista: 38 punti e 11 assist per il numero 30, che spara nove triple e vince il duello a distanza con Paul George. Ma basta vedere il punteggio per capire tante cose. Intanto la super rimonta di Golden State, sotto di 14 a metà gara. E poi l’apporto della panchina Warriors, che fornisce 42 punti. George ne mette 25, uno in più di Kawhi Leonard.

Leggi anche -> Seth Curry positivo ma comunque in campo! | E Irving rifiuta di giocare

Ma che bel “barba”

James Harden – meteoweek.com (Photo by Getty Images)

James e Curry chiamano, ma Harden risponde presente. C’era grande attesa anche per la prova del “barba”, atteso sul parquet degli Orlando Magic che non se la stanno passando bene dopo l’ottimo inizio. E alla fine gli Houston Rockets hanno dominato in lungo e in largo. Proprio James Harden è stato grande protagonista, con una doppia doppia da antologia. 15 punti e 13 assist sembrano quasi da giornata in ufficio per la stella di Houston, ma la maturità sfoderata in partita ha mostrato un giocatore diverso. Ottimo anche Christian Wood con 22 punti e 15 rimbalzi, mentre dall’altra parte c’è ben poco da salvare in casa Magic.

Leggi anche -> Manchester City | Sheikh Mansour compra la FA Cup

A Est c’è da segnalare un’altra ottima vittoria dei Boston Celtics, che difendono il fattore campo contro i Washington Wizards. Doveva essere una partita tirata e così è stato, ma i padroni di casa hanno un Jayson Tatum difficile da contrastare al momento. 32 punti con 14/27 al tiro per il numero 0 di coach Stevens, che vince il duello a distanza con Bradley Beal nonostante i 41 di quest’ultimo. Male invece i Milwaukee Bucks, i quali non cavalcano a sufficienza Giannis Antetokounmpo e perdono in casa contro gli Utah Jazz. L’MVP mette 35 punti e cerca di trascinare insieme ai 31 di Khris Middleton, ma il resto della squadra delude. Dall’altra parte giganteggia Donovan Mitchell con 32 punti.

Gli altri risultati

Detroit Pistons-Phoenix Suns 110-105
New York Knicks 89-101
New Orleans Pelicans-Charlotte Hornets 110-118 (Melli gioca un minuto e mezzo)
Memphis Grizzlies-Brooklyn Nets 115-110
Sacramento Kings-Toronto Raptors 123-144