Basket | Teodosic si porta dietro Belinelli | “Aspettateci, stiamo arrivando”

Il playmaker serbo della Virtus Bologna punta sul feeling con il nuovo compagno di squadra. Teodosic ha parlato del cammino europeo: “Dobbiamo essere più bravi degli altri”.

teodosic meteoweek
Teodosic in azione – meteoweek.com (Photo by Abbie Parr/Getty Images)

Milos Teodosic punta tutto sulla sua Virtus Bologna. L’esperto playmaker serbo, alla seconda stagione in Italia dopo quella interrotta per l’arrivo del Covid-19 nel Paese, ora vuole prendersi qualcosa di concreto. Finora ha incantato tutti gli appassionati con i suoi proverbiali assist e una serie di giocate pazzesche. Ma dopo aver preso confidenza con il campionato italiano dopo diversi anni in NBA, ora Teodosic punta i trofei. A partire magari dalla Eurocup, con la formazione felsinea abbinata agli sloveni del Cedevita Olimpia Lubiana per la prima giornata delle Top 16.

Teodosic, in un’intervista ripresa sul sito di Eurosport, ha fatto capire che ora non si può più sbagliare, se si vuol fare un bel cammino europeo. E indica anche le potenziali rivali della sua Virtus: “In questa fase della competizione ogni partita conta di più e dovremo essere bravi ad evitare passi falsi. Chiunque abbia ottenuto l’accesso alle Top 16, ha dimostrato di valere questo livello. Dovremo essere molto bravi a non concedere spazio agli avversari. Le favorite al titolo? Joventut Badalona, Unicaja Malaga e UNICS Kazan”.

E poi c’è la magica accoppiata, quella che fa sognare i tifosi della Virtus Bologna. Da un paio di mesi, infatti, al fianco di Milos Teodosic c’è anche Marco Belinelli. Con l’arrivo del campione di San Giovanni in Persiceto le Vu nere possono sognare. Ma il serbo invita tutti alla calma, soprattutto in queste prime uscite del Beli: “Le qualità di Marco non si discutono, rappresenta un grande acquisto, non solo per la Segafredo ma per tutto il movimento cestistico europeo. Abbiamo appena iniziato a giocare insieme, aspettate ancora un pochino e poi vedrete”.

Leggi anche ->

Prima dell’arrivo di Belinelli, però, la Virtus Bologna aveva già iniziato fortissimo. Sia in campionato che in Europa, dove il rendimento della squadra allenata da Sasha Djordjevic è stato altissimo. Dunque Teodosic suddivide il merito di questi ottimi risultati iniziali con tutti i suoi compagni, anche i meno celebrati: “Quando vinci 10 partite su 10 il merito deve essere condiviso con tutti. Quando arrivi in una grande squadra le aspettative sono sicuramente alte, chiunque arrivi sa che deve dare il massimo e mettersi al servizio della squadra e dei propri compagni”.

Leggi anche ->

Più in generale Teodosic è molto contento del comportamento del club. La Virtus sta facendo investimenti importanti per tornare nell’elite del basket europeo: “Il club sta crescendo ed ogni anno questa crescita è certificata dagli investimenti importanti della Proprietà. È un obiettivo che si raggiunge step by step, lavorando ogni giorno”. E poi c’è quella fame, rimasta non saziata dopo lo stop dell’anno scorso: “L’ultima partita giocata risaliva al 5 marzo e siamo tornati in palestra i primi giorni di agosto. A nessuno di noi era capitato di stare per così tanto tempo lontano dal campo, eravamo davvero felici di tornare a fare ciò che più amiamo e lo si poteva leggere negli occhi di tutti i miei compagni”.