Berrettini, bicchiere mezzo pieno | “Devo giocare per entrare in forma”

Il tennista romano parla dopo l’uscita di scena ai quarti di finale del torneo di Antalya. Berrettini ammette di non essere ancora al top prima di spostarsi in Australia.

berrettini
Matteo Berrettini in azione – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Matteo Berrettini cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno, al termine della sua prima settimana in campo nel 2021. Il miglior tennista italiano attualmente in circolazione, dall’alto della sua decima posizione nel ranking mondiale, è stato costretto ad arrendersi ad AlexBublik, ai quarti di finale del torneo di Antalya. In quello che è stato il primo torneo dell’anno, anche in vista dello spostamento di massa verso l’Australia, Berrettini ha cercato soprattutto di ottenere buone sensazioni. Anche perchè c’è da arrivare in forma ai primi eventi di punta del nuovo anno, in primis gli Australian Open.

Berrettini ha parlato proprio dopo la sconfitta contro Bublik sul cemento turco. Il tennista romano sostiene di aver fatto una partita al meglio delle sue possibilità. Ma alla fine tutto ciò non è bastato, visto che dall’altra parte della rete c’era un giocatore molto concentrato e preciso. “Ho disputato un buon primo set – ha detto Berrettini – , ho anche avuto due palle per il doppio break, ma ho giocato un brutto game sul cinque a quattro, quando avrei dovuto chiudere. Perso il tie break sono sceso, soprattutto a livello di energie mentali. Lui ha alzato il livello, anche al servizio. È andata così“.

Leggi anche -> Formula 1 | Aggiornato il calendario | Rientra Imola, Australia rinviata

Il numero uno d’Italia, come si legge sul sito di Eurosport, ha speso belle parole per il suo avversario di giornata. “L’ho visto centrato – ha detto di Bublik – , di solito non esserlo con costanza è il suo problema principale. Oggi Sasha è migliorato con il passare del match; le tante palle corte che nel primo set non gli riuscivano si sono trasformate in vincenti quando ha iniziato a definire meglio la tattica per giocarle. Lo sanno tutti, è un giocatore pericoloso con un gran servizio, quando è di luna buona può mettere in difficoltà chiunque“.

Leggi anche -> Supercoppa Juventus-Napoli | De Laurentiis aveva chiesto il rinvio della partita

Dunque Matteo Berrettini lascia Antalya e dà il via al nuovo anno con un torneo interrotto sul più bello per lui. In pochi si aspettavano che il numero 10 del mondo potesse vincere subito il torneo, soprattutto dopo i mesi tormentati del 2020. Ma l’azzurro ammette di non poter essere ancora al top, anche nel confronto con i suoi avversari diretti per il primo evento Major del 2021: “Ho bisogno di mettere partite nelle gambe, di competere. La sconfitta che oggi fa male, si rivelerà un utile esercizio nei prossimi giorni“.