Categorie
Motori Sport

Formula 1 | Imola torna in calendario | “Vogliamo restarci a lungo”

La Formula 1 approderà a Imola in occasione del secondo appuntamento della stagione 2021. Uno storico ritorno, dopo l’inserimento in extremis nel calendario dello scorso anno. Il governatore Stefano Bonaccini, il sindaco Marco Panieri e Andrea Corsini, assessore per il Turismo e i Trasporti, hanno accolto con grande entusiasmo la notizia.

formula 1 imola
La seconda tappa del Mondiale di Formula 1 del 2021 si svolgerà a Imola (Photo by Mark Thompson/Getty Images)

Il calendario del Mondiale 2021 di Formula 1 è stato nuovamente aggiornato con spostamenti dettati dalla pandemia di Coronavirus in corso. Nel secondo appuntamento della stagione, in programma nel fine settimana tra 16 e 18 aprile, si correrà sul circuito “Enzo e Dino Ferrari” per il Gran Premio di Emilia Romagna. Una notizia che ha generato grande entusiasmo negli italiani. Si tratta, infatti, di uno storico ritorno. L’autodromo emiliano torna in un calendario ufficiale dopo 14 anni, anche se nello scorso campionato del mondo aveva trovato uno spazio a inizio novembre, in virtù della permanenza del Circus in Europa dopo lo scoppio della pandemia di Covid-19.

Leggi anche -> Formula 1 | Aggiornato il calendario | Rientra Imola, Australia rinviata

Bonaccini ha un obiettivo

Il governatore Stefano Bonaccini non frena gli entusiasmi a seguito della notizia del reinserimento di Imola nel programma dopo diversi anni di assenza. “Il nostro circuito è stato riconosciuto da Lewis Hamilton e altri piloti, io faccio i complimenti a tutta la nostra organizzazione per questo risultato. Abbiamo l’ambizione di collocare Imola nel calendario dei prossimi anni, annuale o biennale. Nel 2020 il sogno della F.1 è tornato a essere realtà. La capacità che metteremo in campo è un riconoscimento storico e simbolico. L’annuncio avviene dopo un grande lavoro con il sindaco Imola (Marco Panieri, ndr), il consorzio Con.Ami, l’Aci e il Governo. Contribuirà anche il ministero degli Esteri, come ci ha detto il ministro, Luigi di Maio. Vogliamo promuovere Imola per tutto il weekend di aprile, come simbolo del Made in Italy“, ha detto in conferenza stampa.

bonaccini imola formula 1
Stefano Bonaccini, presidente dell’Emilia Romagna (Photo by MIGUEL MEDINA/AFP via Getty Images)

L’impegno finanziario sarà importante, ma l’obiettivo della Regione è di fare diventare il Gran Premio di Emilia Romagna un appuntamento fisso. “Metteremo in campo un lavoro di sinergia componendo una squadra che si impegnerà per rendere la cifra meno gravosa per ciascuno. Noi puntiamo a confermare Imola anche negli anni a venire. Non banale portare il Circus due volte in sei mesi qui. Ci sarà una base economica certa e poi dovremo vedere con Liberty Media per le spese di organizzazione“. E continua: “Vogliamo segnare questa terra come una nella quale lo sport diventa veicolo per le nostre eccellenze. L’Emilia è segnata come tutti i territori dalla pandemia, che ha fermato alcuni settori come il turismo. Ci auguriamo che ad aprile una minima parte di pubblico possa assistere dal vivo all’evento. In silenzio, con poche parole e tanti fatti, si possono raggiungere risultati importanti, mentre speriamo che la curva dei contagi si abbassi“.

Il sindaco Panieri: “Piloti troveranno circuito sicuro”

È un onore, per Marco Panieri, sindaco di Imola, accogliere il Gran Premio, nonché un grande messaggio di speranza. Nel centro medico dell’autodromo “Enzo e Dino Ferrari”, infatti, in queste ore si stanno somministrando i vaccini alla popolazione. “Correre qui la prima gara europea – dice – è un gran risultato. Lo sport è un settore grande, che ci fa tornare a sognare. Siamo pronti a far trovare alle persone strutture sicure: tribune dedicate e separate, servizi, parcheggi. Mentre accoglieremo fino al termine di febbraio le domande di risarcimento per i biglietti dello scorso novembre. Quando partiranno le prenotazioni per aprile? Stiamo discutendo ancora sugli accordi di organizzazione con Liberty Media. Troppo prematuro parlarne già da ora. Godiamoci il risultato”, ha detto.

panieri sindaco imola formula 1
Marco Panieri, sindaco di Imola (Photo/Comune)

L’entusiasmo dell’ass. Corsini

Andrea Corsini, assessore per il Turismo e i Trasporti dell’Emilia Romagna, ai microfoni di Gazzetta Motori, ha ripercorso gli incontri tra l’Amministrazione comunale imolese e Liberty Media che hanno portato all’inserimento della tappa nel calendario. Tutto è iniziato a Monza lo scorso 8 dicembre, a seguito dell’appuntamento con il Mondiale di Rally. “Jean Todt (presidente della Fia, ndr) non poteva fare più di tanto perché organizzare è una questione di Liberty Media, ma ci ha fatto capire che il ballottaggio principale era tra noi e Portimão nonostante il rilancio di Stati come la Turchia. Noi abbiamo dato la nostra disponibilità e da li abbiamo avuto fiducia sulla nostra riconferma”. I contatti con Stefano Domenicali, che è originario proprio di Imola, si sono intensificati prima di Natale, anche se “lui non poteva sbilanciarsi non avendo ancora la carica di presidente e Ceo della Formula 1″.

La proposta ufficiale a Liberty Media fu fatta poco prima di Natale. “Oltre che con Domenicali, abbiamo parlato insieme al Comune con Chloe Targett-Adams. Dei colloqui formali dove ci veniva spiegata la situazione globale e i possibili cambi di calendario dovuti alla pandemia. A inizio 2021 ci hanno detto che avremmo dovuto essere dopo Portimão a inizio maggio (in sostituzione del Vietnam, ndr), poi lunedì ci hanno comunicato l’ufficialità”.

Corsini
Andrea Corsini, Assessore a mobilità e trasporti, infrastrutture, turismo, commercio dell’Emilia Romagna (Photo/Regione)

L’impegno economico sarà senza dubbio notevole. È per questa ragione che, per favorire l’ammortamento dei costi, è stato istituito un tavolo di lavoro per le spese. “Noi come Regione ci impegneremo più o meno della stessa cifra spesa a novembre: 1 milione 200 mila euro – dice CorsiniMa l’impegno sarà malleabile grazie al fondamentale aiuto di altri sostenitori come l’Aci, il Consorzio comunale Con.Ami, il Comune, l’Autodromo di Imola e il Governo, che tramite il ministero degli Esteri presieduto da Luigi di Maio ha garantito degli aiuti finanziari. Riusciremo così a promuovere il Made in Italy emiliano durante il weekend di F.1″. E continua: “La speranza, ora, è che ad aprile possa esserci qualche tifoso data l’assenza totale sugli spalti a novembre. Speriamo in una vaccinazione larga e che i primi caldi aiutino. Se ci saranno possibilità di vedere Imola in calendario dal 2022 in avanti? Liberty Media ha lasciato aperta la porta, ne riparleremo in futuro“.