Udinese | La rabbia di Pussetto | “Peccato fermarsi, stavo bene”

L’attaccante argentino svela anche di sentirsi meglio, una settimana dopo l’infortunio patito contro la Juventus. La punta dell’Udinese parla anche del momento complicato della sua squadra.

pussetto udinese
Nacho Pussetto attende il recupero – meteoweek.com (photo by Getty Images)

Nacho Pussetto si mangia le mani per un infortunio che lo sta tenendo lontano dal campo in questa seconda metà della stagione. Il ginocchio dell’attaccante argentino ha ceduto, durante la partita persa dalla sua Udinese sul campo della Juventus. Purtroppo la diagnosi è stata particolarmente dura e costringerà la punta dei friulani a restare lontano dai campi per circa sei mesi. Dunque per Pussetto l’appuntamento è rimandato, con ogni probabilità, alla prossima stagione.

L’attaccante, autore di tre gol in questa prima parte di stagione, ha parlato ai canali ufficiali dell’Udinese. Pussetto ha voluto in primis rassicurare tutti sulle sue condizioni. Dopodichè ha parlato del momento dei bianconeri allenati da Gotti, che non se la stanno passando bene in campionato. “Va molto meglio, è passata una settimana dall’operazione e mi sento già in ripresa. È stato un peccato fermarsi adesso, stavo facendo molto bene e sentivo la fiducia di tutti. Nel calcio sappiamo che possono succedere queste cose, quindi serve alzare subito la testa“.

Non è stato facile per Pussetto reagire a un infortunio di questo tipo. Sia perchè è arrivato in un momento positivo per sè e per l’Udinese. E poi per la gravità del problema al ginocchio, che gli ha fatto interrompere la stagione sul più bello: “I primi giorni sono stato male ma ho subito pensato che questa è la mia vita e devo riprendere subito per tornare più forte di prima. Sono un giocatore a cui piace attaccare sempre gli spazi, anche da prima punta cerco sempre di fare il mio meglio e imparare tutti i ruoli in modo che gli allenatori sappiamo che posso ricoprire più posizioni“.

Leggi anche -> Udinese | Okaka punge il Napoli: “Erano spaventati, non sapevano come prenderci”

Proprio la questione tattica non preoccupa più di tanto Pussetto: “Il ruolo non conta io voglio giocare e fare il meglio per aiutare la squadra. Ci tengo a ringraziare per il sostegno e le belle parole tutti i tifosi mi piacerebbe restare e tornare in campo qui per fare molto bene“. La punta rivive anche un bel momento per lui, ovvero la gara della Lazio bagnata dal suo gol: “In quella partita abbiamo fatto tutto bene con la giusta mentalità e se facciamo in questa stagione tutte le gare con quell’atteggiamento i risultati positivi saranno molti di più di quelli negativi“.

Leggi anche -> Udinese, infortunio grave per Pussetto | I tempi di recupero dell’argentino

Senza Pussetto, l’Udinese dovrà puntare a fare meglio possibile nella seconda parte della stagione. I risultati stanno mancando nelle ultime partite, tanto che la posizione del tecnico Gotti sarebbe in bilico. In ogni caso, l’argentino confida nella voglia di riscatto dei suoi compagni di squadra: “Abbiamo un’ottima squadra ma speriamo di regalare soddisfazioni ai nostri tifosi e di rivederli presto allo stadio. Anche da fuori sarò sempre al fianco dei miei compagni“.