Categorie
Motori

Ducati, Dall’Igna risponde a Dovizioso: “Parole che dispiacciono”

Il direttore generale di Ducati Corse ha voluto replicare al pilota forlivese, protagonista di una dura intervista alcuni giorni fa. E sulla nuova stagione, Dall’Igna svela: “Vogliamo fare miglioramenti sul piano aerodinamico”.

dall igna ducati
Gigi Dall’Igna non ci sta – meteoweek.com (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Gigi Dall’Igna presenta la stagione 2021 per la sua Ducati, chiamata al riscatto se non altro per quanto riguarda la lotta al vertice. Anche nella prossima stagione in MotoGP non ci sarà ai nastri di partenza Marc Marquez, il quale non ha ancora recuperato dall’infortunio alla spalla. Motivo per cui la Rossa di Borgo Panigale è chiamata a riscattarsi per rimettersi in corsa per il titolo. Sono cambiate tante cose, in primis con l’addio di Andrea Dovizioso dopo diverse stagioni, ma è arrivato il momento di voltare pagina anche in questo senso.

Dall’Igna, che è stato confermato nel ruolo di direttore generale del reparto Corse, ha provato a riavvolgere il nastro dopo una stagione problematica: “Questa sarà una stagione particolare, viene dopo il 2020, un anno difficile. È un anno con tante limitazioni tecniche, il motore sarà congelato e condiziona anche la ciclistica. Ci abbiamo messo tanta fantasia e spero che nella parte aerodinamica ci saranno ulteriori sviluppi. Abbiamo concentrato gli sforzi dove era possibile farlo: abbiamo un gettone a disposizione e lo faremo in aerodinamica“.

Leggi anche -> Dovizioso torna all’attacco | “La Ducati non è stata corretta”

Dall’Igna ha voluto replicare anche ad Andrea Dovizioso. Il pilota forlivese ha lanciato degli attacchi piuttosto forti allo stesso direttore generale. E la replica non si è fatta attendere: “Abbiamo valutato l’intervista di Dovizioso: è stato un rapporto lunghissimo, il più lungo nella storia di Ducati, ma non penso che i media siano il posto giusto in cui parlarne. Abbiamo dato entrambi il massimo per portare a casa il massimo risultato possibile. Tra i professionisti le storie finiscono. Mi dispiace quando un pilota fa delle critiche così, ho tanti collaboratori da gestire per prendere certe decisioni. Andrea è stato un collaboratore importante, ma le storie sono destinate a finire e così è stato“.

Leggi anche -> Formula 1 | Alpine svela la livrea per la monoposto del 2021

Dopo aver risposto al suo ex pilota, Dall’Igna ha analizzato l’andamento nel 2020 di quelli rimasti a disposizione. In particolare il tandem del team Pramac formato da Jack Miller e Francesco “Pecco” Bagnaia. Due piloti che sono in procinto di crescere ancora: “Miller ha fatto un finale del 2020 in crescita, ha fatto gare fantastiche e se dovesse avere ancora quella forma sarà tra i pretendenti a portare a casa il titolo. Ma anche Bagnaia ha fatto grandi cose in tante corse: spero di avere due punte buone per giocarmi in Mondiale. Pecco deve lavorare sulla continuità, specie in certe piste deve sfruttare al massimo le gomme. In un anno ha fatto un salto di qualità incredibile, se crescerà ancora sarà della partita“.