Roma | Presentazione Tiago Pinto | Nessuna superstar

Come annunciato, Tiago Pinto è finalmente arrivato a Trigoria ed è pronto a iniziare la sua nuova avventura da dg dell’area sportiva giallorossa. Ecco le sue parole nella prima conferenza stampa.

Tiago Pinto si presenta a Trigoria
Tiago Pinto si è presentato ieri a Trigoria (by Getty Images)

Profilo basso e concretezza sono parse essere le prime caratteristiche del portoghese. Attento a non esporsi troppo, ma contemporaneamente con la voglia di raccontare se stesso e di spiegare il modo di lavorare suo e dei Friedkin: “Sono felice e motivato, i primi giorni non sono stati facili perché ero costretto a lavorare da casa. Per fortuna da ieri sono a Trigoria e le prime sensazioni sono positive. Sapete il mio rapporto con il Benfica, non è stato facile lasciarlo, sono stati decisivi i colloqui con i Friedkin. Sono qui perché mi piace il loro progetto: farò di tutto per rendere la Roma una squadra in grado di vincere dei titoli”.

Un concetto però ha voluto chiarire, ovvero l’importanza del lavoro in team. “In Italia tutti hanno capito il grande sforzo dei Friedkin per mantenere la sostenibilità, questo è un progetto a medio e lungo termine. Sul mercato lavorerò sempre con Dan e Ryan, a cui spetterà la decisione finale. Nessuno in futuro dirà: “Questa è una scelta di Tiago Pinto”, perché noi lavoreremo in gruppo. L’importante è che anche lo scouting sia della Roma, non del singolo. La sostenibilità è imprescindibile se si vuole vincere nel tempo e in modo duraturo. Stiamo lavorando per essere sempre in lizza nelle fasi decisive nelle competizione”.

 

Ha poi fatto cenno al tema caldissimo delle plusvalenze: “Ogni epoca è diversa, noi vogliamo trattenere i migliori giocatori il più a lungo possibile, anche se siamo tutti consapevoli della situazione nel mondo. Vogliamo però far crescere i calciatori, trattenerli perché così è più facile essere competitivi per vincere. Tuttavia sappiamo che ci sono regole Uefa da rispettare. Siamo qui per trovare soluzioni al momento giusto, questo vale per i titoli, ma anche per le operazioni sul mercato. Ma, ripeto, con la piena consapevolezza della situazione attuale. Con Fonseca mi trovo benissimo, parliamo la stessa lingua e stiamo facendo alcune valutazioni”.

Sui singoli non si è voluto al momento sbilanciare, facendo la sola eccezione per Pellegrini: “Lorenzo è molto importante per il futuro del club. Io sono una persona trasparente, lui è profondamente legato alla Roma, presto faremo tutto il possibile per realizzare questo rinnovo”.

Su Reynolds, che pare sfumato: “Massimo rispetto per chi ha occupato questo posto in passato, non parlo di casi singoli – la replica di Pinto -. Noi rispettiamo gli agenti, onoreremo gli impegni, ma dedicheremo a questo tema la giusta attenzione”.

LEGGI ANCHE -> Calciomercato Roma | Un nuovo nome infiamma i tifosi