Sardine, parla Stephen Ogongo: “Scenderanno in piazza a Roma un milione di persone”

Stephen Ogongo, il coordinatore delle Sardine di Roma, annuncia che, per la prima nazionale del movimento a Roma, verrà un’organizzata una manifestazione a piazza San Giovanni in cui prenderanno parte più di un milione di persone.

Stephen Ogongo - Sardine Roma

È Stephen Ogongo il coordinatore e portavoce delle Sardine di Roma, movimento che si appresta a scendere in piazza San Giovanni con la speranza di riempirla con più di un milione di persone, unite da un manifesto anti-Salviniano. Giornalista nato in Kenya 45 anni fa, e residente in Italia da ormai ben 25 anni, Stephen è un attivista in erba, già noto per essere stato protagonista di alcuni gesti propagandistici.

Stephen Ogongo, il leader delle Sardine di Roma

Sulla scia dell’entusiasmo ricevuto e della grande affluenza che sta riscuotendo il movimento nelle varie tappe in giro per l’Italia, ora tocca alla “nuotata su Roma” del prossimo 14 dicembre prendere vita.

A parlarne è anche il giornalista Stephen Ogongo, operante in Italia già da 25 anni pur non avendo la cittadinanza. Il suo è un obiettivo molto ambizioso, raccontato da semplici quanto decise parole: “il 14 dicembre porteremo in piazza nella Capitale un milione di persone”. Una piazza, quella di San Giovanni a Roma, pronta quindi ad accogliere tutto l’entusiasmo collezionato fino ad ora, come anche a moltiplicarlo.

Del resto, il leader romano del movimento non è alla sua prima esperienza di attivista. Fondatore del gruppo Facebook “Sardine di Roma“, è infatti già stato protagonista di diverse azioni anti-leghiste, mirate ad attaccare quella politica che alza i toni, odia e offende.

Il 10 agosto scorso, non a caso, partecipò al “No odio day“, e sempre come portavoce della lotta agli odiatori sollecitò Facebook di chiudere la pagina social ufficiale di Matteo Salvini. E ancor prima, lo si ritrovava a militare nel movimento da lui stesso creato, “Cara Italia“, intento a promuovere e a battersi per l’introduzione dello ius soli nel nostro Stato.

Sardine Como

Le Sardine contro Salvini

Come più spesso raccontato dagli stessi fondatori del movimento, le Sardine sono nate anche e soprattutto per arginare il potere mediatico e non della Lega e del suo portavoce per eccellenza, il leader del Carroccio Matteo Salvini.

Ogongo, in questo senso, è ritenuto da alcuni l’avversario più adatto, la controparte più indicata, in particolar modo per via del suo grande operato. Come comunicato dallo stesso giornalista, infatti: “Abbiamo dato molto fastidio a Salvini. Tanto che ha pubblicato una mia foto sui social. Da allora sono stato inondato di minacce e insulti irripetibili. Che ho denunciato”.

Movimento Sardine

La manifestazione a Roma

Il movimento, anche nella sua divisione romana, però non molla. Armato di slogan “Le Sardine non abboccano“, ha lanciato circa dieci giorni fa l’idea della manifestazione a piazza San Giovanni su Facebook, raccogliendo ben 140 mila fan.

Per l’evento che avrà luogo nella capitale, sono già al lavoro una trentina di persone. La speranza è di diventare il più grande flash mob delle Sardine mai organizzato, e si spera di riempire la piazza con più di un milione di persone. La raccolta fondi dedicata, intanto, ha toccato i 7 mila euro, mentre si propone l’obiettivo di arrivare a 15 mila.