Popolo anti-Brexit e contro Boris Johnson marciano su 10 di Downing Street

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:55
Una folla arrabbiata di manifestanti anti-Brexit è scesa per le strade di Londra, cantando “Boris Johnson – non il nostro Primo Ministro!”

I conservatori di Johnsonhanno ottenuto una vittoria decisiva nelle elezioni generali di giovedì, conquistando una maggioranza di 80 seggi in Parlamento sulla scia della promessa del Primo Ministro di “portare a termine la Brexit”. Tuttavia, venerdì sera, un gran numero di manifestanti è uscito per contestare la vittoria di Johnson.


Tenendo in alto cartelli con scritto “Sfida la regola di Tory” e “Stop all’islamofobia”, diverse centinaia di manifestanti si sono radunati fuori dalla residenza di Johnson a Downing Street, prima di marciare verso Trafalgar Square e in seguito, senza una chiara fine in vista.

La protesta ha attirato una forte presenza della polizia e gruppi di manifestanti – alcuni con indosso maschere per il viso – periodicamente si sono fatti a pezzi con gli ufficiali.

Parlando fuori da Downing Street venerdì pomeriggio, Johnson ha chiesto al pubblico di “lasciare che la guarigione abbia inizio”, prima di esortarli a prendersi una “pausa” dal conflitto politico pre-elettorale e godersi il periodo natalizio.

La dichiarazione di Johnson è stata facile da fare, arrivando alle spalle del più clamoroso successo del Partito conservatore alle urne dal 1987. Il risultato libera Johnson a concentrarsi sulla consegna di un accordo sulla Brexit, che ha promesso di fare entro la fine del Gennaio.

Tuttavia, se le tensioni a Londra e le massicce file sui social media sono indicativi, i Leavers e i Remainers sono lungi dall’essere impegnati a riparare le loro relazioni in una Gran Bretagna divisa.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui