Ex Ilva, il ministro Patuanelli autorizza i commissari alla firma

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:29

I commissari straordinari dell’ex Ilva e ArcelorMittal hanno raggiunto un “accordo di base” per scongiurare l’addio di ArcelorMittal dal polo siderurgico di Taranto.

Il ministro dello sviluppo economico Stefano Patuanelli ha autorizzato i commissari straordinari di Ilva alla firma degli “Heads of Agreement” con ArcelorMittal. È quanto si apprende da fonti Mise. Poste, dunque, le basi per trovare un accordo più completo entro gennaio.

Nello specifico, i commissari straordinari dell’ex Ilva e Arcelor Mittal hanno trovato un accordo di base sulla trattativa della ristrutturazione del contratto originario di affitto e di venditadegli stabilimenti e per l’operazione finanziaria di rilancio del polo siderurgico di Taranto. Con questo accordo, le parti potranno riprendere a trattare per trovare una soluzione risolutiva per il sito siderurgico di Taranto. La negoziazione si svolgerà fino al 31 gennaio con lo scopo di raggiungere un accordo vincolante.

Con il Memorandum d’intesa le parti guadagneranno tempo: l’udienza al Tribunale di Milano sul ricorso presentato dai legali dei commissari contro il recesso della multinazionale dalla gestione dell’ex Ilva (che adesso è con contratto di affitto), è stata posticipata al 7 febbraio 2020.

Il negoziato riguarderà ora la questione sull’investimento della multinazionale franco indiana, le modalità e l’ammontare dell’importo dell’intervento statale, e anche la decarbonizzazione del sito di Taranto, i volumi produttivi annuali e gli esuberi.

Hanno partecipato al Tavolo i ministeri dell’Ambiente, delle Infrastrutture, della Difesa, dei Beni culturali, della Salute, dell’Istruzione, dell’Università, delle Politiche Agricole, quello per il Sud e la Coesione Territoriale, il Sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega ai Contratti istituzionali di sviluppo, la Regione Puglia, la Provincia, il Comune e la Prefettura di Taranto, i Comuni interessati dell’area tarantina, la Camera di Commercio, l’Autorità portuale del Mar Ionio, il Commissario straordinario per gli interventi di bonifica e i Commissari straordinari dell’Ilva.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui