Michel: “digitale e green deal pilastro della ripresa economica europea”

Il presidente del Consiglio europeo, Charles Michel, ha presentato le linee guida per uscire dalle restrizioni adottate per far fronte all’epidemia di Coronavirus e per la ripresa economica europea.

Michel- digitale e green deal pilastro della ripresa economica europea (Getty) - meteoweek.com
Michel- digitale e green deal pilastro della ripresa economica europea (Getty) – meteoweek.com

Il presidente del Consiglio Ue, Charles Michel, ha presentato le linee guida per la fase di transizione e ha spiegato che il supporto del digitale e il green deal possono essere di grande aiuto per la ripresa economica degli Stati europei. “Le priorità del digitale ed il
green deal possono essere il pilastro della ripresa economica“, ha dichiarato Michel e ha sottolineato che il prossimo bilancio pluriennale dell’Unione Europea sarà un nuovo piano Marshall, facendo riferimento al piano economico che permise di emettere grandi quantità di denaro dopo la fine della seconda guerra mondiale e che aiutò l’Europa a ripartire. Il presidente Michel ha anche affermato al riguardo che il prossimo Consiglio europeo avrà il compito di stabilire con ragionevole chiarezza le cifre dell’impatto economico della crisi dato che al momento non sono ancora stabili e precise.

Inoltre il presidente Michel ha anche affrontato il discorso del mercato unico europeo, mettendo in evidenza che gli Stati membri hanno dovuto prevedere delle misure che si sono rivelate dannose e che mettono in pericolo l’esistenza stessa dell’Unione. “Il mercato unico è un bene comune Ue, è il cuore pulsante dello sviluppo europeo e della capacità di coesione sociale. È stato danneggiato e colpito dalle decisioni prese dai Paesi membri per ragioni sanitarie“, ha affermato Charles Michel. Da queste parole si evince che la strategia europea per un’efficace ripresa economica deve assolutamente passare per la “riparazione del mercato unico europeo e deve prevedere lo sviluppo di un’imponente strategia d’investimento“.

Il presidente del Consiglio europeo Michel ha, infine, spiegato, dopo i riferimenti alle strategie su cui si dovrà puntare per far ripartire l’economia dell’Europa e di tutti gli Stati membri, che “tutte le previsioni economiche sono incerte, instabili, ancora non sappiamo quale sarà l’ammontare delle risorse necessarie per fronteggiare le difficoltà“, soprattutto dopo le preoccupanti stime del Fondo Monetario Internazionale (Fmi). Secondo Charles Michel una leva fondamentale sarà il bilancio Ue 2021-2027 e un partenariato con l’Africa: “bisogna tener conto dell’importanza del partenariato con l’Africa. In questo senso, sostenere il sistema sanitario africano, alleggerire il debito che pesa sui Paesi africani, come trasformare le nostre strategie e adattarle all’Africa fondando un partenariato coerente con l’Agenda digitale e il Green Deal“, in modo da limitare un ulteriore diffusione del Coronavirus.