Meteo, estate 2020 ROVENTE: fino a 40 gradi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:59

Meteo estate 2020: si prospetta afosa, rovente e duratura: sarà una delle più calde di sempre, superando persino quella del 2003, e secondo le stime potrebbe protrarsi per cinque mesi. 

Si tratta di una vera e propria “estate da record” quella che ci aspetta alle porte di giugno: dopo mesi di chiusura e limitazioni a causa del Covid-19, con l’avvento dell’estate vi sarà anche l’entrata per l’Italia nella fase 3 ma forse non potremo godercela come vorremmo. A riportare la notizia è Fanpage, riferendo le parole degli esperti del Centro Metereologico Europea di Reading: l’estate 2020 potrebbe essere la più calda degli ultimi cento anni, superando quella del 2003 e portando con sé notevoli conseguenze. Non sempre infatti il caldo è un fattore positivo e decisivo per le estati italiane ed europee, ma talvolta può sfociare in fenomeni estremi quando raggiungere temperature troppo elevate: trombe d’aria, bombe d’acqua e forti grandinate. Il tutto determinato anticiclone proveniente dal Nordafrica, che si abbatterà su tutta Europa tra giugno e luglio. Le prime tendenze stagionali già disponibili parlano di anomalie termiche positive anche di +1,5 gradi centigradi per i due mesi centrali della stagione estiva.

Continua a leggere per sapere il meteo estate 2020

Clicca qui meteo venerdì 12 giugno

I dati allarmanti e dettagliati provengono da il Meteo: la durata potrebbe essere di ben 5 mesi, caratterizzati da un caldo rovente e afoso. Sulla base delle mappe stagionali del centro meteo europeo (ECMWF) – servono a tracciare un trend generale su precipitazioni e temperature per i prossimi mesi – si evince che il caldo si farà sentire già dai primi di giugno, quando potremo raggiungere vette superiori ai 30°C. Le precipitazioni invece sono previste in media o leggermente sotto, in forma di rovesci temporaleschi, e colpiranno zone limitate e non omogenee. I mesi di luglio e agosto invece potrebbero essere caratterizzati da ondate di caldo a ripetizione e temperature fino ai 35°C con punte anche di 40°C e oltre. I calcoli matematici, conclude infine Fanpage, potrebbero tuttavia essere messi in discussione dal cosiddetto strat-warming di primavera, che, come affermano gli esperti, potrebbe essere “capace di sconvolgere ulteriormente il clima a scala europea“. Non tutto il male viene per nuocere però e il caldo afoso che ci aspetto alle porte dell’estate potrebbe essere un valido alleato contro il Coronavirus, permettendoci di abbassare la guardi per qualche mese.