Nuovo focolaio di Coronavirus, 40 positivi alla Bartolini: test a tappeto

Sono quaranta i dipendenti della ditta di trasporti Bartolini, risultati positivi. L’azienda resta comunque attiva e si attrezza per svolgere test a tappeto.

Bartolini nuovo focolaio Coronavirus 40 positivi

L’azienda resterà aperta ma è stata costretta, a scopo precauzionale, a chiudere i magazzini. I primi due casi sono infatti stati rilevati qualche giorno fa in due magazzinieri. Il caso viene tenuto sotto controllo dalla Ausl, dal Comune di Bologna e dall’assessorato alla Sanità. I controlli sono stati estesi a tutti i dipendenti e alle loro famiglie.

Si sono svolti dei test a tappeto e sono risultati 44 i dipendenti positivi, ma asintomatici. Uno invece è risultato malato e con sintomi. Le prime informazioni sul cluster di nuovi casi sono stati diffusi dal sindacato SI Cobas, lunedì in un comunicato, riguardo la situazione nella sede di Bartolini in via Cerodolo a Bologna, nel testo si parlava di «quattro operai colpiti dal Coronavirus», poi «saliti a 12».

Coronavirus Bartolini Bologna test

È intenzione dell’azienda, che non ha però fornito conferme, di proseguire con i test a tappeto, per comprendere quanto si sia allargato il focolaio e per poterlo così isolare. Il sindacato SI Cobas afferma che «quando allo scoppio della pandemia chiamammo i lavoratori all’astensione, firmammo dei protocolli di sicurezza con diverse aziende, Bartolini arrivò per ultimo. Siamo molto preoccupati, la situazione sta pericolosamente sfuggendo di mano, si sono registrati altri casi di contagi nei magazzini della logistica, non si può lavorare ammassati in questo periodo. Ci aspettiamo il peggio».