Rissa con martelli e catene a Milano: morto uomo di 44 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:11

Ieri sera in via Montegani a Milano un uomo di 44 anni è stato ritrovato in fin di vita dagli agenti della Squadra mobile. L’uomo, originario del Bangladesh, sarebbe stato rinvenuto in quello stato al termine di una rissa.

polizia

Ieri sera un uomo di 44 anni, originario del Bangladesh, è stato ritrovato in fin di vita dagli agenti della Squadra mobile di Milano, in via Montegani, nel quartiere Stradera della città. Purtroppo per l’uomo non c’è stato nulla da fare. I segni della rissa appena conclusa erano ben evidenti, al fianco della vittima: un martello e delle catene. I partecipanti alla rissa sono scappati prima dell’arrivo della Squadra mobile. L’uomo in questione, che non aveva mai avuto problemi di legge, gestiva un minimarket etnico in compagnia del cognato. Nonostante l’immediato intervento dei soccorsi, che l’hanno trasportato d’urgenza all’ospedale San Paolo, l’esito della tragedia è stato inevitabile, nonostante sul corpo dell’uomo non si riscontrassero tracce palesi di violenza. Per questo si affaccia un’ulteriore ipotesi: l’uomo potrebbe esser morto a causa di un infarto o di un ictus legato allo stress provocato dalla rissa. Per confermare l’ipotesi, però, si attendono i risultati dell’autopsia. Stando a quanto rilevato dalle prime indagini, ad ogni modo, la colluttazione avrebbe coinvolto ben 6 persone, che ora le indagini cercano di individuare. Intanto gli inquirenti si starebbero focalizzando su due ipotesi riguardanti le dinamiche dell’accaduto: si sarebbe trattato o di una lite finita male, o di una vera e propria spedizione sfuggita di mano.

LEGGI ANCHE -> Un nuovo parco giochi per bambini, nel ricordo di Marco Vannini

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, mondo: nuovo record di contagi quotidiani: quasi 260.000 casi