Home Curiosità Ecco una mamma! Il cuore di Maria | Il Vangelo di oggi...

Ecco una mamma! Il cuore di Maria | Il Vangelo di oggi 15 settembre 2020

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:07
CONDIVIDI

Maria è la mamma per eccellenza. Oggi se ne festeggiano tutti i dolori, che ci hanno portato alla vita eterna con la venuta di Gesù. Ma quali sono i dolori di Maria? Come può aver sofferto, lei, Immacolata?

Ecco una mamma! Il cuore di Maria – meteoweek.com

LITURGIA DELLA PAROLA – Martedì 15 Settembre 2020

S. Caterina da Genova
B.V. MARIA ADDOLORATA(m) – P
Salvami, Signore, per la tua misericordia
Eb 5,7-9; Sal 70; Gv 19,25-27 opp. Lc 2,33-35

PRIMA LETTURA

Imparò l’obbedienza e divenne causa di salvezza eterna.
Dalla lettera agli Ebrei 5,7-9
Cristo, nei giorni della sua vita terrena egli offrì preghiere e suppliche, con forti grida e lacrime, a Dio che poteva salvarlo da morte e, per il suo pieno abbandono a lui, venne esaudito. Pur essendo Figlio, imparò l’obbedienza da ciò che patì e, reso perfetto, divenne causa di salvezza eterna per tutti coloro che gli obbediscono.
Parola di Dio.

SALMO RESPONSORIALE (Dal Salmo 30)

R. Salvami, Signore, per la tua misericordia.
In te, Signore, mi sono rifugiato,
mai sarò deluso;difendimi per la tua giustizia.
Tendi a me il tuo orecchio. R.

Vieni presto a liberarmi.
Sii per me una roccia di rifugio,
un luogo fortificato che mi salva.
Perché mia rupe e mia fortezza tu sei,
per il tuo nome guidami e conducimi. R.

Scioglimi dal laccio che mi hanno teso,
perché sei tu la mia difesa.
Alle tue mani affido il mio spirito;
tu mi hai riscattato, Signore, Dio fedele. R.

Ma io confido in te, Signore;
dico: «Tu sei il mio Dio,
i miei giorni sono nelle tue mani».
Liberami dalla mano dei miei nemici
e dai miei persecutori. R.

Quanto è grande la tua bontà, Signore!
La riservi per coloro che ti temono,
la dispensi, davanti ai figli dell’uomo,
a chi in te si rifugia. R.

IL VANGELO DI OGGI – Martedì 15 Settembre 2020

Ecco tuo figlio! Ecco tua madre!
+ Dal Vangelo secondo Giovanni 19,25-27
In quel tempo, stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.
Parola del Signore.

COMMENTO AL VANGELO DEL GIORNO – Ecco una mamma!

Si dice che ogni madre porti con sé tante gioie e tanti dolori. Nel giorno della ricorrenza di Maria Addolorata, ci ricordiamo di tutte le volte che abbiamo fatto dispiacere nostra madre. Quante volte, anche involontariamente? Eppure le mamme sono così, perdonano sempre! Per questo Gesù ha elevato Maria sopra ogni creatura: perché insieme a Lui ha vissuto in sé tutti i dolori dell’umanità, perdonando sempre.

Sotto la Croce, di cui ieri era la solennità, Gesù consegna a Maria tutta l’umanità, e ne diventa Madre. Se abbiamo dispiaciuto le nostre madri terrene, quanto più Maria! Eppure, quanta gioia c’è per lei nel perdonare i suoi figli e soccorrerli sempre.

Leggi anche >> Il mistero della sofferenza | Il Vangelo di oggi Lunedì 14 Settembre 2020

La storia del cuore di una madre

C’è una storiella significativa che può far capire l’amore di una madre:

Dei malviventi hanno detto ad un figlio: “Ti faremo ricco e potente; vai da tua madre, uccidila e portaci il suo cuore”
Il figlio va, uccide la madre, le strappa il cuore e torna indietro.
Lungo il cammino il figlio cade rovinosamente.
Il cuore della madre gli dice: “Ti sei fatto male, figlio mio?”
Ecco una mamma!

Maria è la mamma per eccellenza, una presenza dolce che ci accompagna per tutta la vita, piena di grazia e senza peccato, che non può arrabbiarsi con noi figli ma condurci con amore verso la via della salvezza. Recitiamo almeno in questa giornata, alcune Ave Maria per contemplare e consolare i dolori di questa madre celeste.

I Sette Dolori di Maria

La Madre di Dio rivelò a Santa Brigida di Svezia, Compatrona d’Europa che chiunque si impegni a recitare sette “Ave Maria” ogni giorno meditando sui suoi santi dolori e sulle sue lacrime, diffondendo questa devozione, potrà godere dei queste Sue grazie:

  1. La pace in famiglia.
  2. L’illuminazione circa i misteri divini.
  3. L’accoglimento e la soddisfazione di tutte le richieste purché siano secondo la volontà di Dio e per la salvezza della sua anima.
  4. La gioia eterna in Gesù e in Maria.

Ecco quali sono i Sette Dolori di Maria

  • 1° dolore: La rivelazione di Simeone. Ave Maria
  • 2° dolore: La fuga in Egitto. Ave Maria
  • 3° dolore: Lo smarrimento di Gesù dodicenne nel Tempio di Gerusalemme. Ave Maria
  • 4° dolore: L’incontro con Gesù sulla via del Calvario. Ave Maria
  • 5° dolore: La crocifissione, la morte, la ferita al costato e la deposizione sul Calvario. Ave
  • 6° dolore: La deposizione di Gesù tra le braccia di Maria sotto la croce. Ave Maria
  • 7° dolore: La sepoltura di Gesù e le lacrime e la solitudine di Maria. Ave Maria

Promesse o meno, potrebbe essere una bella cosa onorare Maria con queste preghiere, più spesso che possiamo. Ogni Ave Maria si dice sia una rosa regalata alla Madonna. Chi non regalerebbe una rosa a chi ci ama così tanto?