Prodi: l’Italia deve tornare al sistema elettorale maggioritario

Prodi, “per rendere grande l’Italia occorre tornare al maggioritario, solo così l’Italia può schierare persone di alto livello”.

romano prodi promotore del sistema maggioritario
Romano Prodi – meteoweek.com

L’ex premier, Romano Prodi, in un editoriale sul Messaggero chiede alla politica di tornare ad occuparsi dei problemi “reali” del Paese e lo fa proponendo, tra le altre cose, un ritorno della legge elettorale maggioritaria, l’unica, a detta del Professore, che possa sopperire allo svuotamento interno dei partiti. “La maggioritaria obbliga i partiti a proporre candidati che, per il loro prestigio e per la loro preparazione, siano in grado di prevalere nel loro particolare collegio elettorale. Solo in questo modo si può restituire credibilità e forza al parlamento e al governo”, prosegue Prodi nel suo editoriale.

LEGGI ANCHE – Omicidio Willy, il reddito di cittadinanza degli assassini. Lo Stato glielo revoca

La seconda riflessione riguarda il reddito di cittadinanza o meglio, la sua regolamentazione: “chiediamo alla Guardia di Finanza di compiere un’indagine accurata”, prosegue Prodi, certo del fatto che l’aiuto ai più deboli rimarrà sempre un caposaldo della sua politica, ma che, anche alla luce degli innumerevoli scandali sui finti-bisognosi, servono controlli più rigidi e dunque il problema della sua regolamentazione si è riacceso. “Avremmo bisogno di raccogliere dati certi dai quali partire per regolarlo meglio in avvenire”.

LEGGI ANCHE – La legge elettorale è la nuova emergenza della politica

Infine una riflessione che riguarda “il dibattito sui giovani“. Prodi auspica una riforma della scuola con programmi e metodi di insegnamento efficaci, dunque sottolinea che non basta “un gruppo di esperti che rifaccia i tetti e le pareti delle nostre aule”. Servono investimenti massicci nella scuola e sul personale didattico. “Mi chiedo se non sia ora di riprendere la proposta di introdurre finalmente qualche mese di servizio civile obbligatorio a servizio della comunità”, questa l’ultima riflessione dell’ex premier Romano Prodi nel suo editoriale apparso sul Messaggero di oggi.