“Vado al pronto soccorso”, evade dai domiciliari fingendo di star male e viene denunciato

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:12

Finge di andare al pronto soccorso e evade dai domiciliari: denunciato un 36enne, sorpreso poi in macchina con delle persone ad Ostia. Aveva comunicato di non sentirsi bene per un malore, chiedendo di potersi recare in ospedale. I carabinieri lo pedinano e smascherano la falsa dichiarazione

Evade dai domiciliari fingendo un malore, i carabinieri lo seguono e lo smascherano – foto repertorio, meteoweek.com

 

Ai domiciliari, ha avvisato i carabinieri fingendo di andare al pronto soccorso per un problema di salute. Un racconto non vero, come appurato poi dagli agenti. E’ stato infatti sorpreso alla guida di una vettura con a bordo altre due persone. Finisce con una denuncia la serata di un 36enne di Ostia, con precedenti penali alle spalle.

L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari per reati contro la persona ed il patrimonio, ha contattato i carabinieri riferendo che a causa di un malore si sarebbe recato presso il locale pronto soccorso. I militari, non credendo alla sua versione, hanno deciso di controllarlo, riuscendo ad individuare l’uomo mentre si trovava tranquillamente alla guida della propria vettura con a bordo altre due persone.

I carabinieri hanno deciso di pedinarlo ed hanno scoperto il falso racconto

I carabinieri, indispettiti dalla versione prodotta dal 36enne, si sono messi sulle tracce dell’uomo condannato ai domiciliari. Dopo aver bloccato il mezzo, hanno identificato i passeggeri, accertando che si trattava di 2 persone con precedenti. Lo stesso ‘evasore’ non è stato in grado di giustificare per quale motivo si trovasse lui alla guida, nonostante il malore asserito.

Leggi anche –> Conte pronto a firmare il nuovo Dpcm: cosa comporterà per movida, stadi, trasporti e mascherine

Leggi anche –> L’avvocato Bongiorno entra in tribunale sulle sue gambe ed esce in sedia a rotelle

I carabinieri hanno segnalato l’accaduto al magistrato di sorveglianza, denunciandolo per il reato di evasione. Una leggerezza maldestra che rischia di costare cara all’uomo, colto in flagrante dagli stessi agenti cui aveva dato la spiegazione del malore.