Giorgia Meloni: “I grillini delusi dal M5s? Possono venire da me, li aspetto”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:12

Giorgia Meloni si è detta certa di poter conquistare senza dubbi l’elettorato grillino, quello stesso elettorato deluso dal Movimento 5 stelle che, in questo periodo, non gode di alti consensi.

Giorgia Meloni è ormai annunciata da ogni parte come la nuova leader del centro-destra. L’ascesa della Meloni nel panorama politico è chiaramente cominciato diversi anni fa, quando Fratelli D’Italia ha iniziato ad affacciarsi tra gli altri partiti e a racimolare a poco a poco consensi. Ma il vero piede sull’acceleratore è stato messo negli ultimi mesi, in concomitanza con l’uscita di scena – o comunque con l’ombra – di Matteo Salvini e della Lega. E se Fratelli D’Italia avanza, qualcun altro fa passi indietro. Il Movimento 5 stelle, ad esempio, non vive periodi sereni e ciò che alle elezioni politiche del 4 marzo del 2018 sembrava una distanza insormontabile, oggi sembra addirittura un sorpasso. Allora, la distanza tra i due partiti era di ventotto punti percentuali. Oggi, invece, il M5s è ai minimi storici nel gradimento, nonostante la vittoria del Referendum possa sembrare, a primo impatto, un traguardo per i pentastellati.

Ma, guardando ai partiti, Fratelli d’Italia si aggira intorno al 16% di favori. Ed è forte, Giorgia Meloni, della nomina a leader dei Conservatori e Riformisti Europei. Nomina che la rende, di fatto, la prima italiana a guidare un partito dell’Unione europea.  E nomina che la permette, tra l’altro, di poter camminare a passo sicuro e tentare il sorpasso del Movimento. La leader di Fratelli d’Italia si è detta convinta di poter riconquistare l’elettorato grillino deluso dal Movimento 5 Stelle e soprattutto dalla sua alternanza – con Matteo Salvini prima; con Nicola Zingaretti dopo. Intervistata da Luca Telese per La Verità, Giorgia Meloni ha dichiarato: “Ci siamo ripresi i nostri voti. Anni fa sostenevo che il M5s fosse uno strumento truffaldino per prendere i voti a destra e portarli a governare a sinistra. Questo trucco si è svelato, e la destra è tornata a casa”.

Poi, ha difeso il suo partito, forte di credibilità e coerenza, elementi che hanno permesso al partito di crescere, giorno dopo giorno, fino ad essere, ad oggi, un competitor forte nel panorama politico. “Nel mondo ci sono destra e sinistra. E nella destra ci sono molte identità, ricche e diverse. Mi piacerebbe poter rappresentare queste culture avendo come baricentro Fratelli d’Italia”, ha proseguito. Infine, Giorgia Meloni ha spiegato come come il leader della coalizione di centrodestra sarà sancito dalle urne:”È una regola non scritta, fra di noi, ma sempre valida. Oltre che buona e giusta. Decidono i cittadini, non fantomatiche piattaforme digitali o oscuri politburo…”, ha concluso. Una frecciatina, neanche celata, alla piattaforma Rousseau… galeotta in queste ore per via della querelle tra grillini e Casaleggio.

🔵Ieri ho avuto il grande onore di essere stata eletta Presidente di ECR, il partito dei conservatori europei che…

Gepostet von Giorgia Meloni am Montag, 28. September 2020