Maltempo, altri cinque morti in mezzo alla mareggiata a Sanremo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:49

Piemonte e Liguria hanno chiesto al governo lo stato d’emergenza per i danni causati dal maltempo. Le piogge cadute nel weekend hanno superato in alcuni casi record che duravano da mezzo secolo.

maltempo liguria
La situazione in Liguria continua a essere drammatica – meteoweek.com

Continuano i problemi causati dalla violenta ondata di maltempo che si è abbattuta sul Centro-Nord. In particolare, le regioni maggiormente piegate dalle forti piogge sono state il Piemonte e la Liguria. E proprio queste due regioni hanno richiesto al Governo di applicare lo stato di emergenza. E mentre il Centro-Nord del Paese è nella morsa dei rovesci che stanno causando danni e vittime, al Sud è lo scirocco a fare da protagonista. Anche se in questo caso, diversamente da quanto è accaduto nel recente passato, non si registrano danni e disagi.

Torniamo al Nord, in particolare in Piemonte, dove si sono registrati livelli di precipitazioni che non si vedevano da anni. Per la precisione dal 1958, quando le forti piogge causarono danni ingenti a tutta la regione. In particolare, si sono registrati 630 millimetri di pioggia a Sambughetto nel Verbanese. Ma si segnalano anche 610 millimetri a Piedicavallo, nel Biellese, e 580 a Limone Piemonte, nel Cuneese in sole 24 ore. E in questo marasma, è stata causata anche una vittima. Si tratta di Samuel Pregnolato, un uomo di 36 anni che ha perso la vita a Quarona, nel Vercellese.

Il suo corpo è stato recuperato sul greto del fiume Sesia a Borgosesia. La sua auto era finita nel fiume nella notte di venerdì, per Samuel non c’è stato niente da fare mentre il fratello è riuscito a salvarsi aggrappandosi ad alcuni rami. I vigili del fuoco e le forze dell’ordine proseguono le ricerche di un uomo disperso vicino al Colle di Tenda. Il timore è che l’uomo sia stato travolto dalle acque del torrente Vermenagna, che si è pericolosamente ingrossato nei giorni scorsi. E la situazione continua a essere drammatica anche in Liguria, altra regione nella morsa del maltempo.

La situazione a Sanremo – meteoweek.com

In particolare continuano a emergere cadaveri dai detriti della mareggiata che ha avuto luogo a Sanremo. L’ultimo in ordine di tempo potrebbe essere quello di un poliziotto, che fino a poche ore fa risultava disperso. Il corpo, apparentemente nudo, sarà recuperato nelle prossime ore e si aggiunge ai due che sono stati ritrovati nel pomeriggio di domenica. Altri due cadaveri sono stati trovati in Liguria, in altri luoghi in cui il maltempo l’ha fatta da padrone. Si tratta di un corpo ritrovato nel fiume Roya a Ventimiglia, e di un altro cadavere riaffiorato in zona Tre Ponti a Sanremo.

Leggi anche -> Maltempo, trovato un cadavere tra i detriti su una spiaggia a Sanremo

Leggi anche -> “La mafia difendeva il territorio, dov’è finita?”: la frase shock della leghista

Un quinto corpo senza vita è stato trovato a Santo Stefano al Mare, in provincia di Imperia. Sono invece riuscite a salvarsi 17 persone che erano isolate nella frazione di Sant’Antonio di Corteno Golgi, in provincia di Brescia. Per quanto riguarda il procedere del maltempo, l’allerta resta arancione in attesa che transiti l’onda di piena dei fiumi. In provincia di Torino si scende invece in allerta gialla. A Venezia l’acqua alta è proseguita anche nella giornata di ieri e ha raggiunto, seppur in minima parte, la superficie terrestre. Nessun disagio, però, per cittadini e commercianti.