Pagamenti con con app e carte elettroniche, arrivano gli incentivi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:43

Cashback di Stato, super cashback e lotteria degli scontrini arrivano a partire dal 1° dicembre. Chi effettuerà pagamenti che prevedono l’emissione di una fattura avranno dei vantaggi: ecco come funzionano.

Carta-di-credito-pagamenti
Premiati i pagamenti con carta di credito – meteoweek.com

Mancano sempre meno giorni alla data del 1° dicembre, in cui arriveranno nuovi incentivi per gli italiani. Questa volta, a essere colpiti saranno coloro i quali effettueranno i loro pagamenti con app da smartphone o carte elettroniche. Ovviamente gli incentivi riguarderanno gli acquisti fatti nei negozi e nei ristoranti. In media, ogni italiano paga oltre 21 volte con il bancomat o con la carta di credito ogni sei mesi. Tuttavia, per ottenere questo genere di incentivi bisognerà dimostrare di aver effettuato almeno 50 transazioni “fisiche” nel corso di un semestre.

Quella che viene definita “operazione cashback” prenderà per l’appunto il via tra un mese e mezzo. Il premier Giuseppe Conte ne ha dato l’annuncio nell’ultima conferenza stampa tenutasi nei giorni scorsi. Come già annunciato, arriverà un rientro del 10% sui pagamenti effettuati in forma elettronica, con un bonus da 150 euro ogni sei mesi. Attualmente, per il 2021 e per l’anno successivo il Governo mette a disposizione un plafond di 3 miliardi di euro. Ma non è da escludere che questa cifra possa aumentare, in base ovviamente a quanta sarà la mole di italiani da ripagare.

Il Governo vuole mettersi in gioco per cercare di evitare uno dei più gravi problemi, ovvero l’evasione fiscale. In questo modo sarà più facile, grazie anche a un incentivo che ripagherà gli italiani virtuosi, tracciare i pagamenti effettuati negli esercizi commerciali. C’è bisogno di intaccare una pratica che fa perdere al Paese ben 109 miliardi di imposte evase, stando all’ultima stima mostrata nella Nadef. Per questo motivo, si cerca di disincentivare il pagamento con banconote, considerando che nella maggior parte dei casi questo non prevede l’emissione di scontrini o fatture.

Si cerca di disincentivare l’uso delle banconote – meteoweek.com

Nel dettaglio, il ministro dell’economia Gualtieri fa sapere quali sono i limiti minimi di spesa per concorrere al cashback. Si tratta di almeno 1.500 euro da spendere nel giro di sei mesi, con le almeno 50 operazioni di cui sopra. Saranno neutralizzate le transazioni che superano i 150 euro: per esempio un acquisto da 500 euro ne varrà comunque non più di 150 nel computo di queste transazioni. L’obiettivo dell’esecutivo, in questo senso, appare molto chiaro. Ovvero cercare di ampliare l’uso del pagamento elettronico anche per le cifre più ridotte, e non incentivare chi fa spese grosse ma non continuative.

Leggi anche -> Pensioni: ecco cosa cambierà nel pacchetto previdenza

Leggi anche -> ‘Ndrangheta, maxi operazione della Dia: sequestrati 13 milioni di beni

Come abbiamo già accennato, però, non sarà necessario pagare per forza con una carta di credito. Entra in gioco anche il sistema Satispay, una piattaforma indipendente che consente di pagare anche con le apposite applicazioni per smartphone. Ne ha parlato il CEO Alberto Dalmasso, il quale ha spiegato i vantaggi di questa novità: “Il piano nazionale si adatta bene alla nostra applicazione, e contribuirà sicuramente ad aumentare la frequenza dei pagamenti cashless“. Satispay, in pratica, consente di effettuare pagamenti più ridotti ma senza dubbio più maneggevoli.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Tra le altre cose, il 1° dicembre partirà anche il super cashback. Si tratta di un premio di 3mila euro riservato a chi effettuerà il maggior numero di transazioni e pagamenti in forma elettronica nel giro di un anno. Dal primo giorno del 2021, invece, prenderà il via la tanto chiacchierata lotteria degli scontrini. Sarà riservata a chi farà acquisti comunicando all’esercente il proprio “codice lotteria”. In questo caso non ci sono limitazioni tra chi paga in forma elettronica e chi lo fa con i contanti. Ma questi ultimi avranno meno chances di vincere.