Trump accetta la transizione politica. Ma attacca sul tema brogli

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:36

Il presidente uscente è stato protagonista di un town hall su Nbc. Trump ha espresso la propria condanna contro Antifa, i suprematisti bianchi e la sinistra radicale violenta.

trump
Donald Trump torna ad attaccare – meteoweek.com

È un Donald Trump all’apparenza più mansueto, quello che si presenta in quello che è il primo vero confronto televisivo dopo gli ultimi turbolenti giorni. La positività al Covid-19 e il conseguente ricovero in un ospedale vicino Washington ha rallentato il programma elettorale dell’attuale presidente degli Stati Uniti. Lo zio Donald però non ha perso tempo, convocando un comizio in cui migliaia di persone si sono assiepate ai suoi piedi, tutte rigorosamente senza mascherina. Ma nel frattempo, è giunto il momento di un nuovo incontro con la stampa.

E così, davanti alle telecamere della Nbc, Trump si è presentato per presenziare a un town hall. Tra i primi temi toccati nel confronto tra gli elettori selezionati dall’emittente televisiva e il candidato repubblicano, c’è quello relativo alle conseguenze di una sconfitta che appare ormai evidente. Sono diventati ben 17, in base agli ultimi sondaggi, i punti che dividono il presidente uscente dal suo avversario Joe Biden. Tanto che lo stesso Trump ha fatto, per la prima volta, un’apertura importante: “Accetterei una transizione politica del potere se dovessi perdere“.

Una uscita che davvero in pochi si attendevano da parte del candidato del partito repubblicano. Ferma restando la sua ferrea intenzione di portare a casa il risultato pieno, ovvero sia la vittoria alle urne contro Joe Biden. Nel frattempo, però, l’attuale capo di Stato a stelle e strisce ha toccato un altro tema caldo, ovvero quello dei presunti brogli elettorali. “Quando vedo una montagna di schede in molti Stati buttate nell’immondizia io non sono contento“, ha dichiarato Trump. Con tanto di frecciata, neanche troppo celata, nei confronti dei democratici.

Donald Trump resta sicuro di sè – meteoweek.com

Leggi anche -> Covid: nuovo record in Germania, oltre 7.300 casi | preoccupano i morti

Leggi anche -> Donald Trump: “Non faremo nessun altro lockdown”

Nel corso del suo confronto con gli elettori selezionati dalla Nbc, Trump è tornato anche sul fronte degli estremisti. Molto spesso alcune frange hanno dimostrato di stare dalla parte dell’attuale presidente americano. Il quale, però, ne prende le distanze in maniera netta, almeno dopo che gli vengono poste domande sul tema. “Condanno i suprematisti bianchi, condanno Antifa e la sinistra radicale violenta – ha dichiarato – . Ho condannato la supremazia bianca per anni ma si comincia sempre con questa domanda“. Una lamentela che fa capire anche la difficoltà per Trump nel gestire un tema così delicato.

Clicca qui e poi premi la stellina (Segui) per ricevere tantissime novità gratis da MeteoWeek

Anche perchè c’è un precedente in tal senso, legato al primo confronto ufficiale tra Trump e Biden. In quel caso, il presidente uscente degli Stati Uniti non ha voluto condannare in maniera aperta i suprematisti di razza bianca. Il motivo fu presto detto: Donald non accettava che solo questa frangia venisse tacciata di incitamento alla violenza. Secondo il capo di Stato, infatti, i disordini degli ultimi mesi nella nazione arrivavano in particolare dall’ala sinistra, “gente che brucia le nostre città e che è guidata dai democratici“, aveva tuonato Trump.