Abusi sessuali, il racconto di una ragazza: “Io violentata dal prete”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:31

“Io, violentata dal prete durante le vacanze con l’oratorio”. Il racconto shock di una ragazza. E la curia di Milano avvia un’indagine. Operata la sospensione immediata del parroco

“Violentata dal prete tanti anni fa” – foto di repertorio, meteoweek.com

Una lettera scritta da una ragazza avvia il nuovo terremoto: attraverso il portale “retelabuso.org” ha denunciato un presunto abuso sessuale subito da un prete, Don Alberto Lucchina, parroco delle Parrocchie di S. Maria Assunta e S. Maria Ausiliatrice in Inzago (Milano). In seguito alla pubblicazione della lettera pronta la reazione dell’Arcidiocesi di Milano: ha fatto sapere in una nota che “il sacerdote ha chiesto e ottenuto una sospensione dall’incarico”.

“Lo può sapere bene chi come me, in prima media, affidata come tanti altri bambini/e dai propri genitori alle sue cure durante i campeggi estivi, lo vedeva togliersi la maschera da prete integerrimo la notte, quando veniva a trovarmi nel mio sacco a pelo per sfogare tutte le sue perversioni, rindossandola la mattina, come se nulla fosse accaduto lasciandomi attonita”. E’ un passaggio della lettera incriminata, che ha da subito creato reazioni a catena. a a a a a a  a a  a aa a a

I passaggi agghiaccianti della lettera: l’episodio risalirebbe agli anni ’90

I fatti risalirebbero agli anni Novanta quando la presunta vittima frequentava ancora la scuola media e si recava in oratorio per le vacanze.”Nascosto agli occhi di tutti quelli che lo conoscono c’è un orco”, ha scritto la donna che ha aggiunto come fosse sotto ricatto psicologico. “Uso la parola orco perché una bambina innocente – si legge nella lettera – nella semplicità della sua infanzia, altro nome non può esserci per descrivere chi, svelandosi dal perfetto camuffamento, si rivela in tutto il suo orrore. Per anni soggiogata dai suoi ricatti psicologici “se vuoi denunciarmi fallo pure, solo ti chiedo prima di avvisarmi così mi tolgo la vita”. a a a a a a  a a a a a a a a a a a a a aa  a a a a a a a a a a a a a a a

Leggi anche –> Madre uccide tutte le sue figlie: la più piccola aveva 8 mesi

Leggi anche –> Reggio Emilia, una nutria fa irruzione da un parrucchiere e semina il panico

Leggi anche –> Coronavirus, il sindaco di Bari messaggio choc ai giovani

La nota dell’Arcidiocesi. “In seguito alla pubblicazione, domenica 11 ottobre, su una testata online, di una lettera di una persona che denuncia di avere subito un abuso di natura sessuale negli anni novanta, che avrebbe come responsabile don Alberto Lucchina, l’Arcidiocesi di Milano fa sapere in una nota che “il sacerdote ha chiesto e ottenuto una sospensione dall’incarico di parroco delle Parrocchie di S. Maria Assunta e S. Maria Ausiliatrice in Inzago (Mi)”. L’Arcivescovo di Milano, Mario Delpini, – si legge inoltre – ha disposto l’avvio di un’indagine prescritta dalle norme canoniche”. Nella nota dell’arcidiocesi si precisa. “Non è giunta direttamente alla Curia di Milano alcuna segnalazione relativa a questo fatto”. a a a a a a a  a a a a a a a a a a a a a a a a a a a a