Tentati omicidi, estorsioni e droga, il blitz dei carabinieri

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:01

Si tratta dell’attività criminale di due agguerriti gruppi legati ad esponenti di spicco della Sacra corona unita.

Carabinieri Lecce 23 arresti

I carabinieri del Comando provinciale di Lecce stanno eseguendo 23 provvedimenti cautelari, emessi dal gip di Lecce, su richiesta della locale Dda, di cui 8 in carcere e 15 agli arresti domiciliari, nei confronti di persone indagate a vario titolo per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, concorso in duplice tentato omicidio, porto e detenzione abusiva di armi, detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione e tentata estorsione.


LEGGI ANCHE:


I provvedimenti riguardano l’attività criminale di due agguerriti gruppi legati ad esponenti di spicco della Sacra corona unita, egemoni in numerosi comuni dell’area casaranese nel traffico e nello spaccio di sostanze stupefacenti. Nello scontro tra i due clan per il controllo del territorio sono stati mesi a segno due omicidi ed un duplice tentato omicidio. L’indagine, condotta dal nucleo investigativo del reparto operativo del comando provinciale insieme alla Compagnia di Casarano, è iniziata nel marzo 2018 e rappresenta l’epilogo dell’attività investigativa che il 26 luglio 2018 portò i carabinieri ad eseguire il fermo di 10 degli indagati per l’omicidio di Francesco Luigi Fasano ucciso con un colpo di pistola alla tempia e travolto da un’auto sulla provinciale che collega Ugento a Melissano.